Responsabilità Erariale, assolti gli ex Governatori Scopelliti e Oliverio

La Regione Calabria è stata condannata al pagamento delle spese legali per un ammontare di 3.500 euro

Arriva l’assoluzione anche nel secondo grado di giudizio per Mario Oliverio e Giuseppe Scopelliti, i due ex presidenti della Regione Calabria citati in giudizio dalla Procura regionale della Corte dei Conti per responsabilità erariale. "Non è configurabile la prospettata condotta dannosa", il procedimento innescato dalla Corte dei conti contro tre ex presidenti della Regione Giuseppe Scopelliti, Antonella Stasi (subentrata dopo le dimissioni del primo) e Mario Oliverio si conclude con il rigetto del ricorso presentato dalla Procura della Corte dei conti calabrese.

La contestazione riguardava la liquidazione in favore degli ex capo di gabinetto Elena Scalfaro di 22.160 euro nell'anno 2014 e di 20.625 euro per l'anno 2014 e Gaetano Pignatelli di 15.734,25 euro per l'anno 2015, appunto senza la predeterminazione degli obiettivi

La Corte dei Conti si è pronunciata in secondo grado sottolineando che il fatto “non costituisce una preoccupante anomalia ove si abbia riguardo alla peculiarità delle funzioni coadiutorie che quella struttura era chiamata a svolgere nell’interesse del vertice istituzionale. A fronte di un simile scenario, cristallizzato in inequivoche previsioni regolamentari, non è configurabile la prospettata condotta dannosa, ponendosi le erogazioni delle indennità di risultato in coerenza con la positiva valutazione compiuta secondo la specifica procedura prevista per tale figura dalla disciplina di settore”.