Scuole in Calabria, la situazione a Reggio dopo la decisione del TAR

Non cambia quasi nulla. Studenti ed alunni reggini continueranno a svolgere lezioni attraverso la didattica a distanza

Il Tribunale amministrativo Regionale della Calabria ha bocciato l'ordinanza della Regione firmata da Nino Spirlì il 14 novembre con cui sospendeva tutte le attività scolastiche di ogni ordine e grado fatta eccezione per gli asili nido.

Il Tar ha bocciato dunque l'ordinanza regionale, tuttavia quelle comunali rimangono in vigore e di fatto salvano la didattica a distanza.

SCUOLE CHIUSE, LA SITUAZIONE A REGGIO CALABRIA

Fino al 28 novembre non cambierà nulla. Quasi tutte le scuole infatti continueranno a svolgere lezioni attraverso la DAD.

Elementari, medie e istituti superiori continueranno con la didattica a distanza.

Nonostante il Tar della Calabria abbia disposto la sospensione del provvedimento della RegioneCalabria, restano in vigore le ordinanze comunali che avevano recepito le proposte delle Asp e che invitavano i sindaci alla sospensione dell'attività didattica a seguito della crescita dei contagi da covid sul territorio provinciale e dei ritardi accumulati nella gestione dei tamponi nelle scuole.