Reggina, è notte fonda. Il Chievo passeggia sugli amaranto. Finisce 3-0 a Verona

Termina sul punteggio di 3-0 la gara tra Chievo e Reggina.

Allo Stadio Bentegodi di Verona, il Chievo ha affrontato la Reggina nel match valido per la giornata numero 11 del campionato di Serie BKT.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Chievo Verona (4-4-2): Semper; Mogos, Rigione, Gigliotti, Cotali; Canotto, Viviani, Palmiero, Garritano; De Luca, Margiotta. A disposizione: Seculin, Leverbe, Zuelli, Renzetti, Di Noia, Grubac, Pvlev, Djordjevic, Morsay, D'Amico, Rovaglia, Ciciretti. Allenatore: Aglietti.

Reggina (3-5-2): Plizzari; Loiacono, Cionek, Delprato; Rolando, Bianchi, De Rose, Crisetig, Di Chiara; Bellomo, Rivas. A disposizione: Farroni, Guarna, Gasparetto, Liotti, Stavropoulos, Folorunsho, Marcucci, Mastour, Lafferty, Vasic. Allenatore: Napoli.

Arbitro: Giovanni Ayroldi di Molfetta (Emanuele Prenna di Molfetta e Giuseppe Perrotti di Campobasso). Quarto ufficiale: Lorenzo Maggioni di Lecco.

PRIMO TEMPO

Canotto ha avuto dopo sessanta secondi l'occasione di portare in vantaggio i padroni di casa. A seguito di diversi rimpalli è stato bravo Plizzari a chiudere lo specchio all'avversario che comunque non aveva colpito bene la sfera.

Al terzo minuto ci ha provato Bellomo dai 20 metri. Il suo destro, di controbalzo, è terminato alto. Sul ribaltamento di fronte è stato bravo Loiacono ad immolarsi su Garritano. Il veronese ci aveva provato dai 16 metri.

Al sesto minuto ancora il numero 10 della Reggina ad impegnare Semper. Questa volta, il tiro di mancino, è partito debole. Al decimo minuto Margiotta ha colpito male la sfera dai 30 metri. Tiro alto.

Al diciannovesimo provvidenziale Plizzari a salvare la Reggina. Su cross di Garritano dalla sinistra è intervenuto De Luca, il quale ha schiacciato di testa, da pochi metri, verso la porta. Reattivo il portiere scuola Milan a respingere.

Margiotta, al minuto numero 26, ha portato in vantaggio il Chievo. Una bella azione dei padroni di casa, complice una difesa distratta della Reggina, ha permesso ai giallorossi di siglare la rete dell'uno a zero. Canotto, dopo aver accolto un filtrante dalla trequarti, ha servito in mezzo all'area il compagno che ha insaccato alle spalle di Plizzari.

Ancora Margiotta di testa a far paura a Plizzari. Le palle aeree sono tutte preda dei gialloblù. Per fortuna degli amaranto, tiro largo anche in questo caso.

Termina dopo tre minuti di recupero la prima frazione del match del Bentegodi sul parziale di 1-0.

SECONDO TEMPO

A quattro minuti dal fischio d'inizio della ripresa ci ha provato De Luca, sempre di testa. Tiro ancora a lato.

Strepitoso Plizzari un minuto dopo. Bravissimo con un colpo di reni a salvare su De Luca in spaccata, lasciato colpevolmente solo da Loiacono e Cionek.

Vicinissima al pareggio la Reggina prima con Lafferty, bravo ad anticipare il difensore a seguito di un cross. Il suo tentativo si è stampato sul palo. La seconda palla, preda di Rivas, è terminata a lato. Conclusione però da ottima posizione.

Al cinquantaseiesimo minuto ha raddoppiato il Chievo, ancora con Margiotta. Difesa della Reggina ancora in bambola e tap in a seguito di un cross dalla destra.

Dieci minuti dopo un'ottima occasione è capitata sui piedi di Crisetig. Il suo mancino al volo, da ottima posizione, è terminato abbondantemente a lato.

Il tris del Chievo arriva al 75mo minuto con Ringione. Ben sfruttato un cross di Palmiero e Plizzari battuto.

Ci ha provato Vasic a cinque minuti dal termine. Tiro deviato in angolo da Semper.

Clamorosa occasione fallita da Vasic a 1 metro dalla porta (sguarnita) al novantesimo. A seguito della respinta del portiere su colpo di testa di Cionek, non è riuscito ad insaccare a rete la sfera il neo entrato.

Termina dopo tre minuti di recupero la gara del Bentegodi. Notte fonda amaranto.