Station to Station, Reggio e Messina unite da una mostra d'arte contemporanea

La Stazione di Reggio Calabria Centrale e la Stazione di Messina Marittima unite grazie al progetto "Station to Station". Sarà possibile visitare l'esposizione fino al prossimo 31 agosto

Per la prima volta nella storia grazie al progetto artistico "Station to Station", il bunker della Stazione Centrale di Reggio Calabria apre le porte al pubblico. All'interno dei locali sotterranei, si potrà visitare fino al 31 agosto di quest'anno una prestigiosa mostra di arte contemporanea. Il progetto realizzato grazie alla preziosa collaborazione di RFI Rete Ferroviaria Italiana - Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane si svilupperà anche all'interno del prestigioso Salone dei Mosaici della Stazione di Messina Marittima, a partire dalle ore 18:00 di giovedì 8 luglio.

Il taglio del nastro a Reggio Calabria ha avuto luogo giovedì 1 luglio alla presenza di Sergio Stassi (Direttore territoriale RFI - Rete Ferroviaria Italiana) e di Andrea Destro (direttore di produzione area SUD RFI - Rete Ferroviaria Italiana). La promotrice dell'interessante e coinvolgente esposizione artistica è Angela Pellicanò nella veste di direttrice artistica della Techne Contemporary Art.

Il patrocino del Ministero della cultura

La mostra ha ricevuto il patrocinio, a firma di Dario Franceschini, da parte del Ministero della cultura.

Gli autori delle prestigiose opere

Gli artisti protagonisti presso la Stazione di Reggio Calabria Centrale sono Grazia Bono, Giovanni Brandolino, Pino Caminiti, Angela Pellicanò, Felipe Perez, Francesco Petrone (con testo critico di Bianca Pedace), Technelab e zeroottouno.

Salone dei Mosaici della Stazione di Messina Marittima

Presso il Salone dei Mosaici della Stazione di Messina Marittima si esibiranno a partire dal prossimo 8 luglio gli artisti Ninni Donato, Lucilla Ragni (con testo critico di Bianca Pedace) e Mustafa Sabbagh.

Le caratteristiche del bunker sotterraneo

E' un bunker risalente al periodo bellico, venuto alla luce durante i recenti lavori di ristrutturazione della stazione. Non è stato mai aperto la pubblico. Piccoli ambienti a sé, in alcuni dei quali sono ancora visibili le porte stagne di metallo e le attrezzature di sopravvivenza appartenenti alla seconda guerra mondiale.

La musica accompagnerà l'arte

Alla mostra sarà associata una rassegna di musica elettronica curata da Alessio Laganà, che prevede l'esibizione di cinque performer reggini. Le esibizioni si svolgeranno all'interno del bunker, gli artisti metteranno in relazione l'uomo la natura la tecnologia in una fusione che segna il mondo contemporaneo. La ricerca sonora passa attraverso una manipolazione di suoni, rumori, voci, che scardina il concetto di forma musicale, di armonia, in una dimensione visionaria, entrando in relazione con le opere stesse.

Le date delle esibizioni musicali

16 luglio SERGIO TOMMASINI  in "IN THE DARK";

22 luglio ALEX PERDIDO  in "ASCENSION"

5 agosto MATTEO SCARCELLA - ANTONIO FRENO in "PERSISTENCE"

26 agosto TRICE  in "ISTANTE"

Infine BIAGIO LAPONTE eseguirà una performance nell'atrio della stazione utilizzando i rumori dell'ambiente.

Gli altri importanti patrocini

Il tutto si è svolto con il patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria, del Consiglio Regionale della Calabria, della Regione Sicilia, dell'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia Di Reggio Calabria, dell'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria e del dArTe Dipartimento Architettura e Territorio Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Giorni ed orari di apertura

Per entrambe le sedi, gli orari di apertura saranno i seguenti 9-13 e 15-18 (ultimo ingresso); ingresso libero e contingentato in ottemperanza alle norme anti-Covid, l'esposizione sarà chiusa il lunedì.

Per ulteriori informazioni l'indirizzo email è il seguente: [email protected]; numero di telefono: 0965312359.