Tornare a Riace per un ultimo saluto al padre, l'appello di Lucano a Mattarella

Il divieto di dimora, ancora valido, per Domenico Lucano impedisce all'ex sindaco di Riace di tornare a casa e salutare il padre

«L'anziano padre di Domenico Lucano, Roberto, 93enne, sta trascorrendo quelli che potrebbero essere i suoi ultimi giorni di vita visto il notevole aggravamento della propria situazione di salute (affetto da una grave forma di leucemia è stato colpito anche da un infarto) nella propria abitazione di Riace ove il figlio, Domenico, non può recarsi neanche per una breve visita».

Un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per consentire all’ex sindaco Domenico Lucano di poter tornare nel Comune di Riace a far visita ed assistere il padre malato sarà presentato nei prossimi giorni dal Comitato Undici Giugno.

L'ex sindaco di Riace, in carica per tre mandati consecutivi, dal 4 ottobre 2029 è stato sottoposto a misure cautelari restrittive della libertà personale. Prima gli arresti domiciliari e poi il divieto di dimora, disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri, ancora valido impedisce a Lucano di far ritorno a casa.