Tragedia Alessandria, la svolta. Arrestato il proprietario della cascina - VIDEO

I retroscena della tragedia di Alessandria attraverso le parole degli inquirenti

Le novità arrivano nel cuore della notte, proprio dopo l’arrivo a casa, nella sua Reggio della salma di Antonino Candido, uno dei tre vigili del fuoco morti durante lo scoppio della cascina di Quargnento, nell’Alessandrino.

“Al termine dell’interrogatorio di questa notte di Giovanni Vincenti, dopo le 2:30, i Carabinieri del Comando di Alessandria hanno proceduto al fermo del signore perchè gravemente indiziato dei delitti di omicidio plurimo e lesione personale dolosa – spiega il procuratore Enrico Cieri – Stiamo valutando un aspetto ulteriore ovvero della frode ai danni della compagnia di assicurazione perchè il crollo dell’edificio era volto a conseguire il premio dell’assicurazione che era stata stipulata nello scorso agosto anche per fatto doloso.”

É quanto dichiarano gli inquirenti nel corso della conferenza stampa di questa mattina che svela ogni retroscena della tragedia di Alessandria.

Vincenti ha confessato davanti al Pubblico Ministero ribadendo tutti gli elementi che erano stati già accertati nei suoi confronti. Al momento è in carcere. Anche il coniuge è stata interrogata e all’esito dell’interrogatorio è stata rilasciata ma è indiziata a piede libero per gli stessi reati del marito. L’indagato Vincenti tuttavia ha voluto specificare che non vi era alcuna intenzione omicida”.

Guarda il video

Scoppio cascina, arrestato il proprietario per la morte dei tre vigili del fuoco: la conferenza stampa al Comando provinciale dei Carabinieri di Alessandria

Gepostet von Corriere della Sera am Samstag, 9. November 2019
Seguici su telegramSeguici su telegram