Trapani, Evacuo: 'Figura di m... a livello mondiale. Gestione demenziale'

Incredibile: non si gioca il match con la Casertana e l'attaccante ne spiega con rabbia le motivazioni

Una lunga intervista che sa più di sfogo quella dell'attaccante Evacuo, dopo l'episodio che ha caratterizzato il rinvio della gara tra il Trapani e la Casertana, queste le sue dichiarazioni a tuttoC: "Dopo 115 anni di storia abbiamo fatto una figura di m... a livello nazionale e mondiale. Questa gestione è demenziale e suicida, quanto successo oggi è stato ignobile, umiliante, squallido e vergognoso.
Noi calciatori siamo arrivati regolarmente al campo per disputare la partita. Gli ispettori della Procura Federale e della Lega Pro, come da prassi, hanno visionato la documentazione e hanno riscontrato una posizione non chiara sia del tecnico che del medico sociale. Questo perché la PEC per il tesseramento era stata inviata ieri in Lega Pro ma essendo gli uffici chiusi nel weekend, questi due tesseramenti non sono stati ratificati. Mancando queste due figure, quindi, la partita non ha avuto inizio. Il match non si è svolto perché queste due figure non erano ancora tesserate per il Trapani Calcio.

Questi signori ci hanno portato oggi a quest'umiliazione, a non scendere in campo perché non si conoscono i regolamenti. Vogliono fare i presidenti ma non hanno avuto nemmeno il buonsenso di leggere i regolamenti...

Ho litigato col presidente perché cercava di incolpare della cosa il dottore Mazzarella che è in malattia e che da 45 anni lavora praticamente gratis per il Trapani. Da quando è arrivato se l'è presa con tutti: prima con i calciatori sindacalisti, poi con i tifosi violenti che avevano impedito gli allenamenti, poi con i dipendenti si erano coalizzati contro di lui e anche con la gestione precedente. Oggi se l'è presa col dottore e io son dovuto intervenire. Queste persone dimostrano di essere sprovvedute, non sanno nemmeno leggere cos'è il calcio e ci hanno portato, dopo 105 anni di storia a fare una figura di m... a livello nazionale e mondiale, perché non era mai accaduta una cosa del genere. Hanno messo la vergogna in faccia ad una città intera, a tutta la tifoseria, al sindaco e a un popolo onesto che non merita queste mortificazioni.

Questa gestione è demenziale e suicida, è stato ignobile, umiliante, squallido e vergognoso arrivare a non disputare un match per un motivo come quello odierno. Una roba del genere significa falsare un campionato. I motivi sono due: o questi signori vogliono la morte del Trapani calcio e quindi quella odierna è stata una mancanza volontaria, oppure l'errore di oggi è stato involontario e allora siamo a livelli oltre l'incompetenza, all'oltraggio del calcio".