Al via i lavori della SP 66, Falcomatà: 'Striscia puo sciogliere il nodo'

Decisivo passo in avanti

"Striscia la Notizia" può sciogliere il nodo stretto sull’impegno di ripristinare la Strada provinciale 66 del Comune di Staiti. La Città Metropolitana, infatti, ha consegnato i lavori che riporteranno in sesto un tratto viario fondamentale per evitare l’isolamento del paesino grecanico.

La ditta incaricata, dunque, provvederà a recuperare e mettere in sicurezza un’arteria fortemente compromessa da frane e smottamenti. Del caso, in passato, si era occupata anche la famosa trasmissione di Canale 5 che, con un proprio inviato, aveva raccontato le peripezie alle quali erano costretti gli abitanti per muoversi da e verso le proprie abitazioni.

Dopo anni, quindi, si inizia ad intravedere la luce in fondo al tunnel. Un sollievo per la popolazione e per gli automobilisti che, quotidianamente, si spostano per raggiungere l’abitato ed i comuni limitrofi. E’ pur vero, comunque, che il tabellino di marcia immaginato da Palazzo Alvaro ha dovuto subire un leggero ritardo a causa delle lungaggini burocratiche che spesso, soprattutto a tutela dell’istituzione e dei cittadini, contraddistinguono i passaggi che conducono alle gara d’appalto.

Il progetto esecutivo era stato approvato il 13 febbraio 2019 ed i lavori aggiudicati nel mese di ottobre. Il 17 dicembre il Settore 11-Viabilità della Città Metropolitana ha provveduto a stipulare il contratto e, adesso, i lavori sono stati formalmente consegnati.

Prende forma, così, un cantiere particolarmente atteso ed il vicesindaco metropolitano, Riccardo Mauro, non può che essere soddisfatto:

«Finalmente si comincia. A breve, le ruspe entreranno in azione ma, intanto, si possono già vedere gli operai a lavoro. Staiti ed i suoi cittadini potranno avere quel conforto che mancava loro da ormai troppi anni. Vorrei ringraziare il sindaco del Paese, Giovanna Pellicanò, e tutto il consiglio comunale perché, in stretta sinergia ed in attesa dell’intervento risolutivo, si è provveduto insieme a mettere in sicurezza la strada attraverso un servizio cosiddetto “tappa buchi”. Il mio pensiero va, ovviamente, anche a tutta la popolazione per la pazienza avuta in questo lasso di tempo ed un ulteriore ringraziamento non può che andare anche al Settore Viabilità di Palazzo Alvaro per lo straordinario contributo offerto all’attività dell’amministrazione metropolitana».