Caos rifiuti a Reggio, le tristi immagini del ponte della vergogna

Si trova nella strada provinciale 66 Terreti Gambarie il ponte della vergogna. Così lo abbiamo soprannominato per la mole di rifiuti presente lungo quel tratto di asfalto.

Circa trecento metri di immondizia di ogni tipo riversata ai lati del ponte testimoniano il fallimento totale della raccolta differenziata in città.

Abbiamo nei giorni scorsi fatto un giro a Pentimele, nella zona nord della città e in quella sud di Reggio Calabria, denunciando il degrado di Sbarre Inferiori e del quartiere Marconi ma non avevamo ancora immortalato tanto degrado e una simile scena così deprimente.

L’imbarazzo però non finisce qui, perché poco più avanti, al ponte della vergogna segue la curva della vergogna. Dopo un tratto di apparente pulizia, ecco che lo scenario si ripete.

Le immagini mostrano ogni tipo di rifiuto ammassato lungo la strada, proprio ai piedi dell’Aspromonte.

La responsabilità è sicuramente da attribuire all’amministrazione comunale ma anche ai tanti cittadini che, indisturbati, soprattutto di notte, salgono nella zona alta della città per lasciare di tutto e di più. E un sistema di video sorveglianza nel ponte della vergogna potrebbe evitare il passaggio dei cosiddetti ‘lordazzi’.

Il viaggio tra i rifiuti di CityNow continuerà in altri quartieri al fine di mantenere alta l’attenzione sul dramma rifiuti.

Non ci abitueremo mai al degrado e alle strade da terzo mondo, specie in luoghi in cui si dovrebbe tutelare e salvaguardare il patrimonio naturale.