Aeroporto di Reggio, rimangono le limitazioni: Enac studia soluzioni innovative

La situazione dell'aeroporto di Reggio Calabria Tito Minniti ancora in stallo. Così niente low cost in riva allo Stretto

Aeroporto di Reggio, Enac conferma che la conformazione orografica deve essere aggirata con un iter particolare, e che la procedura potrà essere eseguita con aerei dotati di apposita strumentazione e pilotati da equipaggi addestrati.

Così, niente low-cost a Reggio

All’aeroporto di Reggio Calabria le limitazioni tecnico-operative che di fatto hanno bloccato da sempre l’arrivo di compagnie low cost sono ancora attive. Nessuno sviluppo sulla trattativa che era stata intavolata già a febbraio scorso, annunciato del deputato di Forza Italia Francesco Cannizzaro, e dell’ex assessore regionale ai trasporti Domenica Catalfamo.

Enac: " Valutare possibili soluzioni innovative"

Enac chiarisce i punti fondamentali riguardo la situazione critica dell'aeroporto di Reggio Calabria.

"Le strutture tecniche dell'Enac stanno valutando possibili soluzioni innovative che consentano l'abbattimento dei limiti operativi sull'aeroporto di Reggio Calabria determinati dalla configurazione orografica, attraverso la definizione di particolari procedure di volo che utilizzino soluzioni tecnologiche all'avanguardia. La procedura, in corso di valutazione, potrà essere eseguita da aeromobili dotati di adeguata strumentazione e pilotati da equipaggi appositamente addestrati".

Il destino dell’aeroporto non si discosta molto dalla situazione attuale. Riguarda febbraio scorso l'ultima notizia ufficiale di un incontro a Roma e le dichiarazioni erano state le seguenti: Sacal ha le carte che dimostrano che queste limitazioni possono essere superate, Enac ha preso atto e adesso verificherà il tutto e poi si potrà sapere se finalmente Reggio potrà avere un aeroporto libero di poter volare senza freni che nel tempo ne hanno impedito il decollo. Da febbraio scorso è passato quasi un anno e il Tito Minniti è ancora in uno stato di sonnolenza. Un doppio volo da e per Milano non potrà certo essere la soluzione per la mobilità dei reggini e di tutto il territorio metropolitano.