Avvio 3° Megalotto SS106, De Micheli: 'Continueremo ad investire in Calabria. Alta velocità? Da Reggio a Roma in...'

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti parla ai calabresi

Paola De Micheli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti parla ai calabresi in occasione dell'avvio del terzo megalotto della Strada Statale 106. Lo fa da Francavilla Marittima, che ospita le istituzioni per la cerimonia di inaugurazione del tratto stradale di 38 chilometri Sibari-Roseto.

"Avremmo voluto aprire il cantiere a marzo ma in quel periodo l'Italia era in ginocchio. Abbiamo deciso di posticiparlo perchè tutti devono vedere quello che sta succedendo. Con il premier Conte abbiamo discusso della necessità di continuare il lavoro sulle opere pubbliche semplificandone le procedure. Sapete cosa ha fatto il Governo? Ha chiesto ai lavoratori se volevano continuare in tempi di Coronavirus. E il 40% dei cantieri li abbiamo portati avanti, insieme e grazie a loro. E' vero che il Paese è in ginocchio ma è anche vero che l'Italia è capace di andare avanti e anche bene così. E allora proteggiamo questo cantiere da chi non vuole bene la Calabria, proteggiamolo per i 1500 lavoratori. Dobbiamo continuare ad investire in questa terra e abbiamo tanti progetti molti dei quali sono già partiti. Il porto di Gioia Tauro è una priorità assoluta per il Governo così come anche gli aeroporti calabresi. E' necessario dare una identità anche all'aeroporto di Crotone. Penso al finanziamento da 55 miliardi sull'alta velocità Reggio Calabria - Salerno e il progetto deve essere pronto entro fine anno. Da Reggio a Roma si andrà in 4 ore e 10 come da Torino a Roma. Non ci devono essere differenze tra Nord e Sud".

Ed infine un messaggio a tutti i calabresi.

"Il destino della Calabria non è già scritto. Dipende da voi ma dipende anche da noi".