Bit01, donare e ricevere PC grazie al trashware. Il presidente Ressa a CityNow: "Risparmio economico contro l'inquinamento ambientale"

Il presidente dell'Associazione Culturale Bit01 ha illustrato ai microfoni di CityNow la genesi della nuova iniziativa

Il Trashware è un termine derivato dalla parola inglese trash, spazzatura più Hardware, è la pratica di recuperare personal computer destinati allo smaltimento rendendoli nuovamente prestanti per donarli successivamente alle realtà che ne manifestano l’esigenza. Il recupero avviene unendo i componenti di due o più PC al fine di formarne uno completamente funzionante. Verificato il funzionamento dell’hardware si procede all’installazione di software libero, privo cioè di costi di licenza e con necessità di “potenza” ridotte, ottenendo così una nuova macchina completamente funzionante ed adeguata alle esigenze di numerosissime realtà: scuole, associazioni, privati, ed altro.

L'intervista a Francesco Ressa

CityNow ha intervistato il presidente dell'Associazione Culturale bit01. Francesco Ressa ha illustrato la nuova iniziativa dedicata al Trashware, illustrando la procedura di acquisizione delle attrezzature disponibile tramite la pagina ufficiale dell'associazione. (clicca qui per accedere al sito)

L'iniziativa di bit01 nasce perché le tonnellate di personal computer procurano all'ambiente un grosso danno. Bit01 vuole combattere questo fenomeno. L'associazione ha deciso di avviare il progetto di Trashware. Possiamo recuperare un pc messo in cantina, poco performante.  Installiamo il nostro sistema operativo, rendiamo il computer prestante e lo doniamo ad enti, associazioni, scuole ed a chiunque ci faccia richiesta. Bit01 dona una nuova vita digitale a chi ha più bisogno, anche ad utenti privati. Il nostro impegno verso l'ambiente garantendo un computer per svolgere normali attività.

Donare un PC

Donare un vecchio computer, desktop o notebook, al progetto Trashware significa rispettare l’ambiente riducendo l’impatto ambientale relativo allo smaltimento di componenti elettroniche ma anche aiutare molteplici realtà della città di Reggio Calabria che necessitano di attrezzatura informatica di base tra cui scuole, associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e privati. Anche la tecnologia ha i suoi limiti, per questo accettiamo soltanto attrezzatura funzionante o prevalentemente funzionante e con requisiti di sistema uguali o superiori di quelli elencati di seguito: processore: Dual Core; Ram: 1 GB; Hardisk: 80 GB. Nel caso in cui non foste a conoscenza delle precedenti caratteristiche accettiamo PC acquistati non prima del 2010. Se vuoi contattarci per donare un computer consulta la sezione Dona un PC ricordandoti di indicare i seguenti dettagli: nome, cognome, numero di telefono, indirizzo di residenza, i requisiti del sistema del PC in questione o l'anno di acquisto.

Ricevere un PC

Se vuoi contattarci per ricevere un PC o NB, a seconda delle nostre disponibilità, consulta la sezione Ricevi un PC ricordandoti di indicare i seguenti dettagli: nome, cognome, numero di telefono e a quale titolo richiedi l’attrezzatura (privato, scuola, associazione, ecc) e quale uso intendi farne.

Ricordiamo che:

- Non offriamo attrezzatura nuova, ma computer ricondizionati con sistema operativo bit01LinuxOS e software open source;

- Non effettuiamo riparazioni su computer non funzionanti;

- Non acquistiamo né vendiamo attrezzatura informatica.

Dati al sciuro

Alle persone e alle aziende che scelgono di donare materiale al nostro progetto possiamo garantire il trattamento sicuro dei dati contenuti negli hard-disk, per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci.

Il periodo pandemico

Siamo attivi sul territorio nazionale, con la stampa 3d abbiamo realizzato un kit che consiste in una visiera, un covid safe touch e distribuiamo a chi ne abbia bisogno, ci sono sul sito (clicca qui) tutte le istruzioni per ricevere gratuitamente il kit.