Processo Rinascita-Scott, De Caprio: 'Punto di svolta verso la legalità'

La riflessione del Presidente Commissione Antimafia regionale sulla prima seduta in Calabria di Rinascita Scott

Il presidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta, Antonio De Caprio entusiasta e fiducioso in merito all'apertura a Lamezia Terme del processo Rinascita-Scott.

De Caprio: 'Ristabilire valori democratici e di legalità'

 

Antonio De Caprio Consigliere Regionale

"Quello che si è aperto oggi a Lamezia Terme è uno dei processi più importanti degli ultimi decenni. Un processo scaturito da una maxi-inchiesta contro la ‘ndrangheta condotta dalla Procura guidata dal dott. Nicola Gratteri, che ci auguriamo possa scrivere una pagina importante di legalità per la nostra Calabria, che ha disperato bisogno di guardare al futuro con rinnovato spirito".

Parte da questa premessa il presidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta, Antonio De Caprio, nell’augurare buon lavoro alle parti in causa, accusa e difesa, che oggi hanno preso parte alla prima udienza di “Rinascita-Scott” nella nuova aula bunker di Lamezia Terme.

"L’innocenza o la colpevolezza degli imputati verrà sancita da un giudice terzo, ed ovviamente non si può entrare nel merito delle contestazioni. Ma da parte mia - sottolinea De Caprio - non posso non evidenziare come questo processo rappresenti un momento importante per ristabilire i valori democratici e di legalità in un territorio per troppo tempo oppresso dal fenomeno mafioso".

Secondo il presidente De Caprio:

"È arrivato il momento per la Calabria di guardare avanti; tutti dobbiamo essere consci che lo Stato c’è, e che i suoi “anticorpi” - rappresentati da investigatori di primo livello in ogni corpo di polizia, e dalla guida sicura di un magistrato integerrimo - sono in grado di respingere ogni attacco del malaffare. Ma il lavoro è solo all’inizio, e parte da ognuno di noi, dai nostri comportamenti quotidiani. Solo agendo nel solco della legalità possiamo avere qualche speranza di costruire un domani migliore per i nostri figli".