Calciomercato Reggina: sirene per Menez e Mastour. L'estero ama il talento

La Reggina vuole comunque ascoltare il parere del tecnico Aglietti prima di ogni decisione

Sul rendimento ci sarebbe molto da discutere, nessun dubbio invece sul talento. Con la maglia della Reggina sia Mastour che Menez hanno fatto davvero poco, soprattutto il primo. Due giocatori fortemente voluti ed amati dal presidente Luca Gallo per i quali immaginava un percorso diverso. Il massimo dirigente non ha mai nascosto le sue debolezze per quei calciatori dalla classe sopraffina, capaci di giocate strabilianti ma che purtroppo si conciliano poco con le necessità richieste in un campionato duro ed intenso come la serie B. Eppure Menez era partito alla grande con prestazioni e gol che avevano esaltato dirigenti e tifosi, poi quel lento declino che lo ha portato a non essere più una prima scelta. Mastour è stata una scommessa. Si era puntato sulla voglia di rivalsa di un ragazzo troppo presto balzato agli onori della cronaca e tappe bruciate prima del previsto, che ne hanno compromesso il cammino successivo. La Reggina ha creduto ed investito su di lui con un contratto triennale, nella sostanza solo pochi minuti alla prima stagione in serie C e qualche spezzone di gara in B, poi il prestito al Carpi.

L'estero chiama Menez e Mastour

Ma come detto, sia Menez che Mastour, a prescindere da quello che forniscono in termini di utilità, conservano il talento, quello che soprattutto in paesi come l'Arabia Saudita piace moltissimo e non è un caso che proprio da lì siano partiti degli interessamenti per i due calciatori, con la Reggina probabilmente intenzionata a prenderli in considerazione. L'ultima parola, però, spetta ai diretti interessati, vedremo come si evolverà la situazione.