Cevoli: "Gettata base importante per il futuro. Con me? Non lo so. Nel tunnel..."

Catania batte Reggina 4-1: le parole del tecnico Roberto Cevoli nella conferenza stampa del dopo partita

Una sconfitta rovinosa, che chiude la stagione amaranto al secondo turno dei playoff. La Reggina cade a Catania, con gli etnei capaci di infliggere un sonoro 4-1 agli uomini di Roberto Cevoli. Che, nel post-gara ha parlato in conferenza stampa. "Siamo stati in partita fino al 3-1, poi la gara si è complicata eccessivamente. Eravamo stati bravi a rimanere in partita dopo l'1-0, non l'abbiamo fatto nel secondo tempo. Ci siamo innervositi, non ci sono riuscite le cose, anche perché ci siamo aperti. Non siamo riusciti a restare in partita fino alla fine ed il loro terzo gol ci ha tagliato le gambe".

In ogni caso, secondo l'ex Renate, la rosa merita un applauso: "Aldilà della gara voglio fare i complimenti a questi ragazzi, a mio avviso si sono messe le basi per un futuro solido, anche grazie al presidente. Che ci sia Cevoli o meno, va fatto un plauso a questo gruppo, che rappresenta una base per ripartire"

Inevitabile, a questo punto, una domanda sul futuro del tecnico: "Non ho ancora parlato con Luca Gallo, ci sarà tempo e modo di farlo". "Ho detto ai calciatori che sono stato orgoglioso di esser stato con loro quest'anno, a mio parere abbiamo fatto un lavoro staordinario. Abbiamo passato momenti molto difficili. Chiaro che Reggio vuole e merita la B, ma sottolineo ancora come questa squadra abbia dato un'impronta importante per il futuro".

La tensione pre-partita Cevoli la racconta così: "Fin dagli spogliatoi ci ha circondato un atteggiamento intimidatorio che ha tolto serenità. Nell'ingresso in campo c'è stata più di una scaramuccia, come si è poi visto ad inizio gara fra Strambelli e Sarno. Questa non vuole essere una scusante, ma una constatazione".

 

Seguici su telegramSeguici su telegram