Cinque posti da visitare nella Città Metropolitana di Reggio Calabria

I 5 luoghi (tra i diversi presenti) della Città Metropolitana di Reggio Calabria da visitare assolutamente

*Sei un turista in visita a Reggio Calabria? Oppure hai solo voglia di riscoprire la tua città con occhi nuovi? Allora ci sono almeno 5 luoghi (tra i diversi presenti) della Città Metropolitana di Reggio Calabria da visitare assolutamente.

REGGIO CALABRIA

Città Metropolitana che si affaccia sullo Stretto, Reggio Calabria offre per chi la visita numeri luoghi di interesse da visitare. Tra questi al primo posto Lungomare Italo Falcomatà, considerato da sempre il chilometro più bello d’Italia.

Ad arricchire il pregio naturalistico si aggiungono a livello culturale il Museo Archeologico Nazionale, il Castello Aragonese, il Teatro Cilea e il Duomo cittadino, che si affaccia su una piazza teatro di incontri.

A est ad abbracciare la città troviamo il Parco Nazionale dell’Aspromonte di cui fa parte Gambarie (1400m di altezza), parte montuosa della città di Reggio Calabria, ha di recente visto la ristrutturazione della stazione sciistica, che va ad integrare un già notevole pregio intrinseco: sciando è infatti possibile vedere sempre il mare, condizione più unica che rara in una pista da sci.

COSTA VIOLA

Chiamata così per i colori che ricordano le sue acque, la Costa Viola vanta 35 chilometri di bellezza che si stagliano a nord di Reggio Calabria toccando cinque comuni: Scilla, Villa, Bagnara, Palmi, Seminara.

Tra tutti questi spicca sicuramente Scilla, uno dei più bei borghi marinari più suggestivi, dove è possibile trovare vicoli molto stretti bagnati dalle acque del mediterraneo, in cui i residenti ormeggiano la propria imbarcazione.

A proteggere la città si erge sul promontorio che contiene la spiaggia il Castello Ruffo, antica fortificazione che ospita ora un faro della Marina Militare ma che resta tuttavia visitabile per chi voglia concedersi la bellezza di uno sguardo diverso sul panorama dello Stretto. Oltre le caratteristiche visite è spesso sede di eventi e mostre.

PENTEDATTILO

Borgo risalente al 600 a.C. che si arrampica sul Monte Calvario. Deve il suo nome alla forma della roccia che lo sovrasta che ricorda una mano ciclopica. È ad oggi un paese fantasma, condizione che gli assicura un certo fascino su chiunque decida di visitarlo.

Lungo le sue strade, specialmente d’inverno, non è raro imbattersi in una fitta nebbia che assicura un’atmosfera molto particolare. Il borgo ospita ogni anno il Festival Itinerante Paleariza e il Pentedattilo Film Festival, che riscuotono sempre notevole successo.

GERACE

Comune della Locride, Gerace è un borgo dal fascino medievale, ricco di chiese e palazzi direttamente costruiti nella roccia, particolarità che gli assicura un posto di rilievo anche nello scenario nazionale.

Passeggiando lungo le vie è possibile imbattersi in botteghe artigianali scavate nel tufo e, attraversando le Porte Monumentali (Borghetto, Bombarde, Vescovi) si arriva al Baglio e al Castello normanno del XII secolo da cui è possibile apprezzare uno scorcio del Parco dell’Aspromonte.

Oltre al castello è d’obbligo una visita alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, il più rappresentativo monumento dell’architettura bizantino-romanico-normanna.

ROCCELLA JONICA

Vanta origini molto antiche (risalenti all’epoca della Magna Grecia) si trova sulla Costa dei Gelsomini, un tempo famosa per la coltivazione di fiori e la produzione di profumi che venivano esportati anche all’estero.

Visitandola, sono da non perdere i resti della cittadella medievale, da cui è possibile raggiungere la “Torre di Pizzofalcone”, altro monumento storico molto importante. A dominare le alture del promontorio che si affaccia sul mare troviamo il Castello Angioino, che impreziosisce un paesaggio già di per sé assai suggestivo.

Dal 1980 a Roccella ha luogo il Roccella Jazz Festival – Rumori Mediterranei, uno tra i più importanti di tutta Europa. Grazie alle acque incontaminate che bagnano spiagge immacolate, Roccella ha ottenuto nel 2018 il riconoscimento di Bandiera Blu e Bandiera Verde, classificandosi come posto ideale in cui godere del mare

*articolo realizzato dagli stagisti partecipanti al modulo sul giornalismo del Bluocean’s Workshop diretto da Claudio Cordova e Pasquale Romano. 

Ph @real_fury11

Seguici su telegramSeguici su telegram