Comunali Reggio, altro giorno perso per il centrodestra. Situazione ancora in stallo

I reggini ed in particolar modo l'elettorato del centrodestra, attende con ansia l'avversario principale di Falcomatà. 

'Lo scopriremo solo vivendo...' avrebbe cantato Lucio Battisti in questi giorni di attesa infinita per la nomina del candidato del centrodestra alle comunali di Reggio Calabria.

La situazione è in divenire ed ogni ora potrebbe essere quella decisiva. Abbiamo vissuto la giornata di ieri con diverse notizie che si sono susseguite fino alla sera. Dall'uomo X e dal nominativo dell'avv. Zagami sulla scrivania di Salvini (messo accanto al 'preferito' Minicuci) si è passati al ballottaggio tra lo stesso Minicuci e Angela Marcianò.

Nel frattempo, anche nella giornata di oggi, proseguono gli incontri e le riunioni nella Capitale. Lo stallo è più che evidente e la coalizione rimane impantanata nella candidatura più sofferta degli ultimi anni. Sarà compito dei big calmare le acque, risolvere l'impasse e scegliere l'uomo giusto.

La Lega, come già anticipato, ha un solo nome tra tutti, quello di Antonino Minicuci (l'ex dirigente del Comune di Genova sarà presente insieme a Matteo Salvini, il 3 agosto all'inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio).

Se ieri però la situazione non era ancora ben chiara, oggi i bookmaker puntano sul burocrate di Melito. E a questo punto, si attende solo l'ufficialità.

Diversi incontri in agenda sono previsti anche per Angela Marcianò. La giuslavorista reggina incontrerà alcuni suoi sostenitori che intendono impegnarsi in campagna elettorale. Non sarà una riunione corale ma incontrerà singolarmente uno per uno alcuni candidati per raccogliere la disponibilità di ognuno.

I reggini ed in particolar modo l'elettorato del centrodestra, attende con ansia l'avversario principale di Falcomatà.

E intanto non rimane che incrociare le braccia, attendere e fischiettare.

"Chissà, chissà chi sei, Chissà che sarai, Chissà che sarà di noi...Lo scopriremo solo vivendo..."