Comune di Reggio, approvato il bilancio previsionale. Draghi a Reggio per il Patto?

Previsionale ok in giunta, la settimana prossima dovrebbe definitivamente sbloccarsi anche la partita relativa al 'Patto per Reggio

Comune di Reggio, approvato in giunta il bilancio previsionale. Step necessario di avvicinamento all'approvazione in consiglio comunale, e intermedio rispetto al passaggio che inizierà la settimana prossima, con le audizioni in Commissione Bilancio presieduta dal consigliere Mario Cardia.

Sarà un iter di non brevissima durata, considerato che per il bilancio previsionale saranno auditi tutti i dirigenti di tutti i settori, a concludere ci sarà l'audizione del sindaco f.f. Brunetti. Una volta approvato in Commissione Bilancio, il previsionale andrà all'esame del consiglio. Da Palazzo San Giorgio tempi rispettati quindi, almeno rispetto alla proroga di 30 giorni concessa dal Governo (attraverso le parole del Ministro Lamorgese) che aveva concesso un mese in più ai comuni in difficoltà, con la scadenza spostata dal 31 maggio al 30 giugno per l'approvazione del previsionale in giunta.

Soddisfatta l'assessore al Bilancio Irene Calabrò, che ai microfoni di CityNow dichiara: 'Abbiamo soltanto fatto il nostro lavoro. L'approvazione del previsionale è uno step importante, ricordo sempre che essendo un comune in predissesto è come avere la busta paga impegnata. Siamo riusciti a inserire qualche risorsa in più nei servizi essenziali', anticipa Calabrò, con i dettagli del previsionale che saranno comunicati prossimamente.

La settimana prossima, secondo quanto raccolto da CityNow, dovrebbe definitivamente sbloccarsi anche la partita relativa al 'Patto per Reggio'. La necessità di alcune integrazioni al documento, abbinato al momento particolarmente intenso vissuto dal Governo (alla guerra in Ucraina e l'aumento delle bollette va ad aggiungersi adesso l'implosione del Movimento 5 Stelle) ha causato dei ritardi.

Di circa 150 milioni di euro l'importo complessivo delle risorse che verranno erogate dallo Stato in favore del Comune di Reggio Calabria nell’arco di 20 anni. Per la firma del Patto per Reggio, in riva allo Stretto potrebbe arrivare direttamente il Presidente del Consiglio Mario Draghi. Cosi come fatto lo scorso 29 marzo per la firma del Patto per Napoli, che ha visto la presenza del Premier in Campania, secondo quanto raccolto lo staff di Draghi non avrebbe ancora chiuso a questa possibilità, da verificare e 'incastrare' rispetto ad un agenda fittissima di impegni.