Brunetti si presenta da sindaco f.f.: "Farò parlare i fatti. Non vediamo l'ora che torni Falcomatà"

"Mi vedrete poco in televisione e sui social network. Questa squadra tenterà di dare risposte concrete"

La giunta Brunetti si toglie il velo. Presentazione ufficiale della nuova giunta a Palazzo San Giorgio, il sindaco sospeso Falcomatà passa il testimone a Paolo Brunetti, facente funzioni.

"Le sedie sono 9 ma dovrebbero essere 10, speriamo che il sindaco Giuseppe Falcomatà possa tornare al più presto. Appena il sindaco mi ha comunicato la decisione, uno tsunami mi ha travolto. La città in questo momento non poteva rimanere senza una guida. è un momento storico di fondamentale importanza, non potevamo lasciare Reggio senza una guida".

"Io sono abituato a parlare con i fatti, mi vedrete poco in televisione e sui social network. questa squadra tenterà di dare risposte concrete, non diremo ma faremo. Un ringraziamento va a Tonino Perna, Rosanna Scopelliti, Mariangela Cama e Giovanni Muraca per il lavoro svolto.

Se per noi è una giornata felice, bisogna ricordare che quanto accade oggi deriva da fatti che non ci piacciono e che vanno oltre l'amministrazione. Non vediamo l'ora che torni il sindaco Falcomatà", le parole di Brunetti, che ha successivamente presentato ad uno ad uno tutta la nuova giunta, tra riconferme e novità.

La nuova giunta, secondo le parole di Brunetti, è al lavoro già da qualche giorno, mentre oggi si terrà la prima riunione dell'esecutivo. Il sindaco f.f. ha chiarito riguardo le trattative che hanno portato alla formazione della giunta e ha fatto il punto sui rifiuti.

"La mia nomina è stata fatta dal sindaco Falcomatà che ha portato qualche difficoltà, è vero. Non ci sono stati tsunami all'interno della maggioranza, ma una interlocuzione con tutte le forze alla luce del nuovo quadro dell'amministrazione comunale. Ci sono le risorse per risolvere i tanti problemi che ci sono, a partire dal ciclo dei rifiuti e il servizio idrico. A giorni daremo spiegazioni nel dettaglio relative al nuovo servizio dei rifiuti, che sarà dato in gestione ad una nuova società.

Da stasera ci tufferemo al lavoro con la convinzione di poter risolvere le difficoltà. Non ci sentiamo 'a tempo', ma persone che con un atto d'amore verso la città proverà a risolvere le cose. Secondo me non si deve parlare di stravolgimento, ma di prosecuzione rispetto al mandato che ci è stato affidato un anno fa dai cittadini. "