Stop alla misura cautelare di Castorina. Si avvicina il rientro in consiglio comunale

Secondo quanto raccolto da CityNow la comunicazione verrà effettuata in queste ore verso la presidenza del consiglio comunale

Stop alla misura cautelare nei confronti Antonino Castorina, ex capogruppo del Partito Democratico e indagato nella vicenda relativa ai brogli elettorali registratisi alle ultime elezioni comunali reggine. Scaduto il divieto di dimora, secondo quanto raccolto da CityNow la comunicazione verrà effettuata in queste ore verso la presidenza del consiglio comunale e tutti i consiglieri comunali.

Castorina, costretto all'esilio, si è difeso in questo lungo periodo con la strategia dell'attacco: 'In questi mesi tante bugie', diceva il 10 giugno 2020. E ancora: 'Trattato come un narcos. 30 agenti della Digos su di me", tuonava il 17 agosto. La revoca della misura cautelare significa di conseguenza pronto rientro in consiglio comunale? Si attende l'atto della Prefettura che, a questo punto, dovrebbe prendere atto della revoca del divieto di dimora e quel punto si spalancherebbero nuovamente le porte di Palazzo San Giorgio per Castorina.

In attesa di capire come si concluderanno le indagini relative alla vicenda dei brogli elettorali, il rientro in consiglio comunale di Castorina rischia di causare uno 'tsunami' all'interno dell'amministrazione comunale. L'ex capogruppo del Pd, ormai ai ferri corti con il partito del sindaco sospeso Giuseppe Falcomatà, potrebbe approdare al gruppo misto.