Covid e Natale, il Prefetto scrive ai sindaci: 'Più controlli nei weekend e nei giorni festivi'

Più controlli in tutta l'area metropolitana, lo ha stabilito il Prefetto Mariani: "Evitare assembramenti e agevolare i controlli"

Dopo la decisione di aumentare i controlli in vista delle festività natalizie, il Prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, ha indirizzato una circolare ai Sindaci e Commissari Straordinari e Prefettizi sulle nuove misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da Covid-19 introdotte dal DL n.172/2021.

A partire da domani, infatti, entreranno in vigore una parte delle misure anti-Covid disposte, qualche giorno fa, dal Governo per evitare l'arrivo di una nuova ondata.

Il Prefetto Mariani scrive ai sindaci

"Si comunica che nella riunione del C.P.O.S.P., tenutasi lo scorso 30 novembre, sono stata individuate le linee della predetta pianificazione. I controlli circa il rispetto dell'obbligo del possesso delle certificazioni verdi Covid-19, saranno estesi all'intero territorio metropolitano, e coinvolgeranno tutte le forze di polizia comprese, ove disponibili e sufficienti, le polizie locali e quella metropolitana.

Saranno condotte, anche a campione, attività di verifica circa il possesso del "green pass rafforzato" in relazione alle attività anzidette e ai servizi di trasporto, compresi i mezzi adibiti a trasporto pubblico locale o regionale. I controlli, che saranno costanti e particolarmente rigorosi, saranno effettuati a partire dal 6 dicembre 2021.

Si richiama al riguardo, l'attenzione sull'esigenza di porre in atto, a mezzo dei rispettivi corpi di polizia locale, in coordinamento con le altre forze di polizia, le attività di controllo in esame, che potranno essere particolarmente importanti in settori quali quelli degli esercizi pubblici e della ristorazione.

Le attività di verifica dovranno essere rafforzate in occasione del fine settimana o nei giorni precedenti le festività, soprattutto nelle aree urbane interessate da massiccio afflusso di persone".

Il Prefetto, infine, ha invitato le istituzioni locali a "comunicare eventuali situazioni che rendano necessaria la regolamentazione della fruizione di determinate aree urbane, anche attraverso apposite ordinanze sindacali e previa valutazione in sede di comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, in modo da evitare assembramenti e agevolare i controlli".