Palazzo San Giorgio, la data del primo consiglio comunale. Sarà già pronta la Giunta?

Falcomatà al lavoro per completare l’esecutivo entro sabato e presentarsi in Consiglio con la sua nuova squadra

Sarà decisiva l'ultima settimana di ottobre per palazzo San Giorgio, perché l’attesa cresce rispetto al primo Consiglio comunale di questo Falcomatà bis.

L’art. 31 dello Statuto stabilisce che il Consiglio per la seduta di insediamento è convocato dal Sindaco eletto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla proclamazione degli eletti al Consiglio, e che la stessa deve tenersi entro il termine di 10 giorni dalla convocazione.

E così sarà. Perché il primo cittadino ha convocato la massima assemblea cittadina per lunedì prossimo 26 ottobre. Falcomatà sa bene che presentarsi in Consiglio con la lista dei nomi che comporranno la giunta è sintomo di determinazione e condivisione all’interno della coalizione che lo sostiene. Per questo sta lavorando alacremente per completare l’esecutivo entro sabato prossimo e presentarsi in Consiglio con la sua nuova squadra. I nodi da sciogliere sono sempre gli stessi e vanno nella direzione di una scelta ponderata e compiuta soprattutto sulla posizione del vicesindaco. Il resto della giunta, assicura Falcomatà, sarà un mix di gioventù ed esperienza, che rinnoverà almeno per il 60% la composizione dell’ultima sua giunta.

Vale la pena ricordare che la prima seduta prevede la convalida degli eletti, ma anche il giuramento del neoeletto sindaco.

L’Assemblea sarà presieduta dal consigliere anziano fino all’elezione del Presidente del Consiglio comunale, che è uno degli adempimenti della prima seduta. Insieme al Presidente saranno eletti anche i due vicepresidenti del consiglio e i due questori. I vicepresidenti ed i questori sono rispettivamente espressione uno della minoranza e uno della maggioranza.

Il Consiglio, che registrerà la costituzione dei gruppi consiliari, procederà poi alla presa d’atto della comunicazione del Sindaco sulla composizione della Giunta.