Sacal, D'Ippolito (M5S): 'De Metrio deve andarsene. Occhiuto e la politica agiscano'

"Il manager lasci alla svelta il suo incarico in Sacal". Il deputato pentastellato ricorda che il presidente di Sacal è stato scelto dal centrodestra

"Giulio De Metrio non può rimanere alla presidenza di Sacal, alla luce del passaggio ai privati delle quote di maggioranza, che ha determinato una situazione molto grave e la recente conferma, da parte di Enac, dell’avvio del procedimento di revoca della concessione allo stesso gestore aeroportuale".

Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito, che aggiunge:

"Visto che De Metrio non avrebbe, a quanto pare, alcuna intenzione di dimettersi, è opportuno che il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, assuma al più presto ogni iniziativa utile affinché il manager lasci alla svelta il suo incarico in Sacal.

Al riguardo, vi è intanto una precisa ragione politica. Infatti, non si può dimenticare o nascondere che è il centrodestra regionale ad aver nominato De Metrio quale proprio rappresentante nell’organo di governo della Sacal.

Questo è un punto ineludibile quanto chiaro: De Metrio fu indicato dalla stessa maggioranza di centrodestra che oggi sostiene il presidente Occhiuto, il quale sedeva in Parlamento all’epoca dell’investitura del manager.

Tutta la politica calabrese, a partire dal centrodestra che governa la Regione, riconosca – conclude D’Ippolito – questa verità e intervenga perché De Metrio molli entro la settimana in corso la presidenza della Sacal".