Basso profilo: cade l'aggravante mafiosa, ma Talarico resta ai domiciliari

Il Tribunale del Riesame ha confermato la misura degli arresti domiciliari per l'assessore (autosospeso) della Regione Calabria

Resta ai domiciliari l'assessore al Bilancio della Regione Calabria (attualmente autosospeso) e segretario regionale dell'Udc Francesco Talarico, indagato dalla Dda di Catanzaro nell'ambito dell'inchiesta "Basso Profilo" con l'accusa di associazione per delinquere e scambio elettorale politico mafioso, aggravati dal metodo mafioso.

Lo hanno deciso i giudici del Tribunale del Riesame che hanno annullato le aggravanti mafiose e hanno riqualificato il reato di scambio elettorale politico-mafioso in corruzione elettorale così come contemplata dal testo unico per l'elezione alla Camera dei deputati.

Fonte: Ansa Calabria