Emergenza Covid, sbarco di Figliuolo e Curcio: task force anche in Calabria?

Il nuovo commissario Figliuolo deciderà al termine della visita in Calabria se inviare una task force così come fatto in Basilicata e Molise

Arrivano oggi in Calabria i vertici governativi che gestiscono l'emergenza Covid in Italia. Previsto per questa mattina l'arrivo del generale Francesco Paolo Figliuolo e del capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio per verificare il funzionamento della campagna vaccinale in Calabria. Cosenza, Catanzaro e Taurianova le tappe previste, quest'ultima tra l'altro centro di residenza del presidente f.f. Nino Spirlì.

FIGLIUOLO IN CALABRIA, COSENZA, CATANZARO E TAURIANOVA LE TAPPE

Probabile che il commissario intervenga successivamente alla visita in Calabria, come fatto per Basilicata e Molise, con l'invio di una task force specifica per supportare le attività di vaccinazione nel territorio.

Per quanto riguarda il numero dei vaccini, si dovrebbe inoltre passare dalle 21 mila dosi della scorsa settimana alle 42-45 mila di lunedì prossimo. E intanto, tra ritardi costanti nell'invio dei vaccini e intoppi con le seconde dosi (molti anziani hanno saltato le seconde dosi rischiando di vanificare il lavoro di immunizzazione) nella giornata di ieri sono arrivate 8.100 di dosi di AstraZeneca.

Di ieri invece la notizia della Regione Calabria dell'inserimento nel piano vaccinale degli accompagnatori e conviventi dei soggetti vulnerabili.

COVID IN CALABRIA, NUOVA IMPENNATA DI CONTAGI

Ieri inoltre si è registrata un'impennata di positivi nelle ultime 24 ore in Calabria con 475 nuovi casi registrati in Calabria (3.360 tamponi fatti e 3.116 soggetti testati). Quattro i nuovi decessi che portano a 786 il totale delle vittime dall'inizio della pandemia. Aumentano i ricoveri nei reparti di cura, +5 (331) e quelli in terapia intensiva, +1 (34).

Oltre la metà dei casi riscontrati oggi, 257, sono localizzati in provincia di Cosenza. Seguono Catanzaro 90, Reggio Calabria 57 Crotone 38 e Vibo Valentia 33.