Calabria amara, Lino Polimeni: 'Avete mandato al macello un ragazzo, codardi e vigliacchi'

Toni forti all'indirizzo del Sindaco di Catanzaro: "Non meritate nulla, la gente deve sputarvi in faccia"

A seguito dello scontro in TV tra Massimo Giletti e Marco Polimeni, durante la tramissione "Non è l'Arena", in onda su LA7 domenica 12 gennaio (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU'), nella serata di ieri il Presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro è stato nuovamente ospite in prima serata, questa volta al telefono.

"Calabria Amara" il titolo della puntata. Non sono mancati ancora una volta i battibecchi tra Polimeni e gli ospiti in studio, quando l'argomento contestualizzato era la politica nella nostra regione. Finte sedute consiliari, gettoni non dovuti, assunzioni fittizie, mazzette, il tutto alla vigilia delle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio.

Nella giornata odierna, il padre di Marco, il giornalista Lino Polimeni, ha espresso attraverso una diretta Facebook e con toni decisamente duri, il suo parere.

E' vergognoso, e lo dico a nome di padre e di giornalista, a quello che abbiamo assistito ieri sera. Ti devi vergognare Sergio Abramo, hai capito? Dimettiti da Sindaco di Catanzaro. Avete mandato al macello un ragazzo. Vergognati Piero Aiello, vergognati Sinibaldo Esposito. Siete maledetti lupi della politica. Avete mandato al massacro un ragazzo, codardi, vigliacchi e mascalzoni. Chi ha fatto una cattiva politica deve andare a casa. Ho parlato da padre e da giornalista. Dove siete tutti? Andate a casa, avete svergognato una categoria lasciando al massacro un ragazzo di 32 anni. Non meritate nulla, la gente vi deve sputare in faccia.

Seguici su telegramSeguici su telegram