Hotel Miramare, stavolta ci siamo. Finalmente pronto a rinascere

Arriva la svolta. Il Comune, dopo la sentenza del Tar, procederà con l'assegnazione dell'Hotel Miramare alla società SGS. La situazione

La volta buona. La telenovela legata all'Hotel Miramare è giunta al capitolo conclusivo, la storica struttura situata sul lungomare è davvero pronta a rinascere.

L'ultimo capitolo relativo al contenzioso tra l'amministrazione comunale e la società che si era aggiudicata il bando per l'assegnazione, la SGS, aveva visto la sentenza del Tar dare ragione alla società vincitrice del bando.

La novità odierna è legata alla decisione dell'amministrazione comunale che difatti sancisce la svolta definitiva nella vicenda. 

L'ufficio legale del Comune infatti, dopo aver analizzato nel dettaglio tutte le carte dal bando iniziale sino alla recente sentenza del Tar, ha deciso di non procedere con il ricorso in appello.

"Non ci sono gli elementi per ricorrere in l'appello e quindi procederemo con l'assegnazione alla società SGS. Serviranno i tempi tecnici per espletare la procedura e poi la società aggiudicataria potrà prendere possesso della struttura e iniziare i lavori", fanno sapere fonti interne a Palazzo San Giorgio ai microfoni di CityNow.

MIRAMARE 2.0

Il contratto di locazione, come previsto dall’avviso, ha una durata di 15 anni con decorrenza dalla data di stipulazione. Una volta firmato il contratto, la SGS procederà con i lavori.

L’Hotel Miramare infatti necessita di opere di profonda ristrutturazione ed ammodernamento, nonché dell’adeguamento degli impianti di riscaldamento, climatizzazione, elettrico e antincendio in base alle norme vigenti.

ALBERGO, MA NON SOLO

Da sottolineare come le procedure relative alla presentazione delle offerte per la locazione dell’immobile hanno avuto un vincolo di destinazione, quello a struttura alberghiera.

L’ex Hotel Miramare non potrà essere 'trasformato' in un punto di riferimento per le attività culturali, ma dovrà quindi rimanere (principalmente) un albergo a 4 stelle, con la possibilità di ospitare anche eventi culturali.

Reggio Calabria potrà finalmente rivedere, completamente riaperta e in tutto il suo splendore, una della sue principali strutture ricettive.