Reggio, incendiata l'auto del rettore UniRC: pioggia di solidarietà per Zimbalatti

Istituzioni, cittadini e associazioni si sono immediatamente schierati al fianco del neo rettore dell'Ateneo reggino

A dare la notizia, qualche ora fa, è stata proprio l'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Il neo rettore, Giuseppe Zimbalatti, è stato vittima di un grave gesto intimidatorio perpetrato nei suoi confronti. Istituzioni, cittadini e associazioni si sono immediatamente schierati al fianco del professore impegnato nello sviluppo dell'Ateneo e della nostra terra.

Pioggia di solidarietà per l'intimidazione al rettore Zimbalatti

La Città Metropolitana di Reggio Calabria

«Massima solidarietà al rettore dell’Università “Mediterranea”, Giuseppe Zimbalatti, e piena fiducia nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine perché individuino, al più presto, gli autori di un gesto vile e vigliacco». E’ quanto afferma, in una nota stampa, il sindaco metropolitano facente funzioni, Carmelo Versace, nel commentare l’atto intimidatorio perpetrato ai danni del neo Rettore dell’ateneo reggino.

Solidarietà in una nota è stata espressa anche dal Consigliere metropolitano delegato Giuseppe Giordano che proprio pochi giorni fa aveva preso parte alla cerimonia per il 40ennale dell'Università, alla presenza del neo eletto Rettore Giuseppe Zimbalatti.

«Il nostro – affermano i rappresentanti di Palazzo Alvaro – si conferma un territorio delicato e complesso, dove dinamiche perverse sono alimentate da balordi che pensano di poter intimidire persone laboriose e rette. A pochi giorni di distanza dall’incendio dell’autovettura di un giornalista, infatti, oggi siamo costretti a dover intervenire a seguito di un nuovo rogo che ha colpito il mezzo privato del rettore Zimbalatti. Sia chiaro, lo ribadiamo ancora una volta: non c’è diritto di cittadinanza per chi compie simili atti ignobili e macchia l’onore e la reputazione di una comunità intera. Perché il danno causato non è soltanto alla singola persona, ma ad una città sana e onesta che non si piega e non si piegherà mai al volere criminale».

«Al rettore Zimbalatti ed alla sua famiglia – ha poi aggiunto il sindaco metropolitano facente funzioni Carmelo Versace – va il mio più affettuoso abbraccio in questo momento particolare che offende le coscienze e l’animo delle persone oneste. Sono certo che gli inquirenti riusciranno a fare piena luce su un fatto grave e, al tempo stesso, quale sindaco metropolitano facente funzioni, rinnovo la vicinanza dell’intera Città Metropolitana, dell'intero Consiglio Metropolitano, al magnifico Rettore, invitandolo ad andare avanti, come ha sempre fatto, potendo contare sul supporto di Palazzo Alvaro e di tutta la Reggio onesta».

Il Presidente del Consiglio comunale Vincenzo Marra

“Non posso che esprimere preoccupazione per quanto accaduto nelle scorse ora al Prof. Giuseppe Zimbalatti”. Queste le parole del Presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria Vincenzo Marra che aggiunge: “Il rettore designato dell’Università di Reggio Calabria ha subito un grave gesto intimidatorio che ha colpito l’intera comunità accademica, ma che non lascia indifferente la parte buona della città, che rappresenta la stragrande maggioranza”.
“Alla guida del prof. Zimbalatti è affidato l’ inizio di un nuovo corso per l’ateneo, che gesti pusillanimi non potranno inibire”.
“Auspico che i responsabili del vile gesto - conclude il presidente Marra - possano essere prontamente individuati e sull’episodio venga fatta piena luce”.

Il Presidente Consiglio regionale Mancuso

"Atto odioso e vigliacco ai danni del Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria".

Nell’esprimergli la più sincera vicinanza, il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, afferma: "Chi si muove nell’illegalità, credendo così di condizionare la massima espressione dell’Ateneo in riva allo Stretto, si sbaglia di grosso. Le Istituzioni calabresi sono al fianco di chi rappresenta la Calabria migliore. Con l’auspicio che le autorità preposte facciano presto luce sull’accaduto, sono certo  -  aggiunge il presidente Mancuso - che il vile atto subito nelle scorse ore, non fermerà l’impegno accademico e professionale al quale è chiamato il prof. Giuseppe Zimbalatti”.

Assocomuni Area Grecanica

I Sindaci dei Comuni dell’Area Grecanica “Versante Jonico Meridionale Reggino”, partner dell’Università Mediterranea da quasi due anni,

esprimono piena vicinanza e solidarietà al Neo Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Prof. Giuseppe Zimbalatti, in seguito al vile e gravissimo atto incendiario perpetrato ai danni della propria autovettura.

L’episodio deve essere ancora analizzato dagli inquirenti e risulta ancora più eclatante perché occorso ad appena due settimane dall’elezione del nuovo Rettore dell’ateneo reggino. Da subito però può essere considerata l’estrema gravità dell’accaduto: sia per gli aspetti strettamente relativi alla sfera personale e familiare della vittima, sia per le inevitabili ricadute su un ateneo che sta attraversando un momento “delicato”, rispetto al quale l’elezione di questo Rettore ha rappresentato una  iniezione di fiducia per la comunità scientifica, per le istituzioni e per la società civile.

Il Prof. Zimbalatti in moltissimi anni di attività professionale ha conquistato stima e rispetto sia nel campo accademico/scientifico che in quello amministrativo/istituzionale, riuscendo in entrambi i casi ad imporre la propria impronta positiva. Per tali ragioni i primi cittadini dell’Area Grecanica lo esortano a non farsi intimidire dall’accaduto con la consapevolezza che la nostra società (specie le nuove generazioni, primi fruitori dell’ateneo) ha un irrinunciabile bisogno di sostenere le persone più capaci ed oneste".

Associazione dei Comuni dell’Area Grecanica - Il Presidente -  Pierpaolo Zavettieri

Martorano: “Gesto vile da condannare”

Il presidente dell’Automobil Club di Reggio Calabria, Giuseppe Martorano sull’attentato subito dal neo rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Giuseppe Zimbalatti.

“L’Automobil Club di Reggio Calabria -sono le parole del presidente- e tutte le sue componenti esprimono profonda vicinanza al rettore Zimbalatti. Un atto vile contro una persona che ha sempre agito con chiarezza ed estrema trasparenza. Quanto accaduto oggi richiede estrema attenzione da parte di tutti.Auspico che vengano prontamente individuati i responsabili”.

CISL-FSUR Tino Santacaterina

"Indignati dallo spregevole gesto subito dal Neo Rettore Prof. Zimbalatti la CISL-FSUR esprime massima solidarietà sociale e civile, condannando a priori qualsivoglia gesto intimidatorio e confidando in un rapido ed efficace intervento di Magistratura e Forze dell'Ordine.

Al prof. Giuseppe Zimbalatti la nostra solidarietà anche umana con stima profonda".

Circolo Fdi "Antonio e Ciccio Franco"

Un vile atto di intimidazione non fermerà un grande Uomo e un Professionista integerrimo.
Il Circolo FdI "Antonio e Ciccio Franco" esprime piena ed incondizionata solidarietà al Rettore dell'Università Mediterranea, Prof. Giuseppe Zimbalatti, per il grave atto intimidatorio subito. La vigliaccheria di chi agisce nell'ombra, la violenza di chi aggredisce, non deve appartenere alla nostra società. Il confronto e il dialogo non possono e non devono mai trascendere in atti che violino la libertà e la proprietà individuale.
Siamo certi – conclude la nota di Fratelli d’Italia - che la Magistratura farà piena luce, nel più breve tempo possibile, sul deprecabile atto accaduto e consegnare gli autori e mandanti alle patrie galere.

Come siamo certi, che il Prof. Zimbalatti continuerà con la professionalità, la tenacia e l’abnegazione che da sempre lo caratterizza, ad operare nell’interesse dell’Istituzione che rappresenta, per la crescita sociale e culturale dei nostri ragazzi e della città intera".