Incidente mortale a Gioia Tauro, il sindaco Alessio: 'Non doveva accadere'

L'amministrazione comunale di Gioia Tauro si schiera a fianco dei lavoratori portuali in sciopero

"A distanza di un anno si è consumato, sotto gli occhi di tutti, il secondo infortunio mortale sul lavoro, avvenuto all'interno dell'ambito del porto di Gioia Tauro, considerato uno tra i più sicuri nel mondo.

Poco importa se il lavoratore appartiene a una ditta esterna o interna, fatto sta che questo ennesimo infortunio mortale non doveva accadere.

Ciò dimostra chiaramente che c'è una vistosa falla sui controlli relativi all'applicazione delle procedure e dei protocolli finalizzati alla prevenzione antinfortunistica sul lavoro. Chiediamo a tutte le Autorità preposte, con maggiore forza e determinazione, ad intensificare i suddetti controlli e che vengano individuate le cause e le responsabilità su quanto è successo.

L'amministrazione comunale di Gioia Tauro si schiera a fianco dei lavoratori portuali in sciopero ed esprime vicinanza e solidarietà alla famiglia del lavoratore per l'immensa perdita subita e di cui nessuno potrà mai più ripagare".

Ad affermarlo è il sindaco del comune della Piana, Aldo Alessio in un post su Facebook. A mezzogiorno di oggi, giovedì 20 agosto, i pubblici dipendenti del comune di Gioia Tauro si sono raccolti in un minuto di silenzio in memoria di questa immane tragedia sul lavoro.