Incontro pubblico tra Pazzano e Callipo

Molte le domande rivolte all'imprenditore che ha puntualizzato di non essere un politico

Continua il percorso de La Strada e del candidato sindaco Saverio Pazzano. Un percorso sempre più calato nel tessuto sociale e politico del territorio. A tal proposito, e per segnare una notevole novità nel dialogo, nella responsabilità e nella costruzione di un progetto politico diverso, La Strada ha chiesto un incontro pubblico con i candidati alla presidenza della Regione Calabria, Aiello, Callipo e Tansi. Tutti e tre i candidati hanno risposto all’appello e domenica scorsa si è svolto l’incontro con Pippo Callipo.

In un luogo dal nome fortemente simbolico: piazza Giuseppe Valarioti a Rosarno. L’incontro, molto ben organizzato da Angelo Carchidi, candidato nella lista “Io resto in Calabria”, ha visto la significativa partecipazione di esponenti della vita culturale, sociale e politica rosarnese. Angelo Carchidi, competente e lungimirante operatore culturale nella sua Rosarno, ha voluto dare da subito un’impronta di apertura e partecipazione stimolando un dibattito sereno e costruttivo.  Saverio Pazzano, nel suo saluto ha ricordato Giuseppe Valarioti richiamandolo a modello e ha ribadito l’importanza di sentirsi candidato alla guida della città metropolitana e, dunque, della necessità di interagire già da ora per e con il territorio metropolitano tutto. 

Molte le domande rivolte a Pippo Callipo che ha ribadito il fatto di non essere un politico, ma un uomo “del fare”. Un fare improntato alla trasparenza, alla sburocratizzazione della macchina regionale, all’individuazione di tecnici competenti per sbrogliare le questioni più cogenti della regione Calabria. Interrogato su Acqua, Mobilità, Ambiente e Sanità, Pippo Callipo ha chiarito che il suo programma consiste fondamentalmente nell’impegno a infondere nuova fiducia e trasparenza amministrativa, a promuovere senza ombre la meritocrazia e a mettere in piedi, una volta eletto, una squadra di tecnici indipendenti dalla politica.

“Ho carta bianca nella scelta della mia squadra, saranno tutte persone libere e competenti e non provenienti dai partiti” -ha detto con forza - e questa squadra libera e di alto profilo tecnico affronterà e lavorerà per la soluzione di tutte le problematiche”. Sul turismo il candidato Callipo ha fatto riferimento alla propria esperienza imprenditoriale e alla necessità che la Regione sia in grado di dare sempre più valore al made in Calabria con un’operazione non di orgoglio, ma di seria organizzazione commerciale, produttiva e di distribuzione. Questo aumenterà anche le prospettive per i giovani, molti dei quali sono costretti a realizzare altrove i propri obiettivi professionali e le proprie intuizioni imprenditoriali. Pippo Callipo ha chiamato a buon esempio l’operazione di Napoli, sotto la guida del sindaco de Magistris, con il brand civico “We are Napoli”. Un riferimento che La Strada ha accolto con piacere, considerato il rapporto e il sostegno di de Magistris alla candidatura di Saverio Pazzano.   

Pippo Callipo ha poi fatto i complimenti e molto approvato il metodo con cui La Strada sta costruendo il proprio programma elettorale, con tutti gli strumenti per ricostruire una comunità disgregata e operare in trasparenza e “per strada” già da questa fase di elaborazione del cambiamento. Un metodo che Callipo ha definito rivoluzionario, richiamandosi al concetto di rivoluzione e trasparenza che intende portare in seno alla Regione Calabria.  

Seguici su telegramSeguici su telegram