Reggio, area pedonale in Via Marina: dal sogno all'incubo. Primi giorni disastrosi

Non è stato certo un 'buona la prima'. La trasformazione del tratto della via marina alta sta causando non pochi disagi ai cittadini

Non si è partiti certo nel migliore dei modi.

Si sono rispettati i tempi ('a fine giugno montiamo le pedane', si era detto), e in effetti i dehors sono in fase di installazione in queste ore anche se per vederli realizzati ci vorrà ancora qualche giorno. L'idea, lo abbiamo detto e scritto più volte, piace alla maggioranza dei reggini ed il pensiero di poter usufruire di una pezzo di città così come avviene nelle più belle realtà europee, stuzzica eccome la fantasia di residenti, cittadini e turisti.

L'area pedonale lungo la via Marina alta, anticipata attraverso un post FB dal sindaco Falcomatà il 6 maggio, però ad oggi sta mettendo a dura prova i nervi dei reggini. Eh si perché, se è vero che si è proceduto al montaggio delle pedane con contestuale chiusura dell'intero tratto di strada che va da via Giulia fino a piazza Indipendenza nei tempi stabiliti, è anche vero che l'altra idea di aprire la via marina bassa al doppio senso di marcia, ancora deve essere messa in pratica.

Il blocco del centro storico, con le deviazioni a imbuto su via Giulia, sta spazientendo gli automobilisti che imprecano, giorno e notte alla visione delle transenne che delimitano l'area pedonale.

AREA PEDONALE A REGGIO, LA 'NOVITA' DELL'ESTATE' CHE AL MOMENTO NON VA GIU'

Area Pedonale Reggio Calabria (2)

"Sarà una delle novità dell’estate, all’inizio dovremo abituarci e so già che ci saranno disagi perché la parte bassa sarà a doppio senso di circolazione e posso immaginare le critiche che pioveranno". Aveva dichiarato il sindaco Falcomatà.

E questo, i reggini, lo avevano anche messo in conto. Ma così, a queste condizioni, cittadini e soprattutto residenti non ci stanno. Il tratto del lungomare Falcomatà non è ancora pronto al doppio senso di marcia e tutto ciò provoca il blocco della circolazione che paralizza il centro storico (con tanto di bus intrappolati in via Demetrio Tripepi).

ISOLA PEDONALE A REGGIO, NON E' STATO UN 'BUONA LA PRIMA'

Area Pedonale Reggio Calabria

Insomma l'idea di una grande isola pedonale è stata progettata bene sulla carta ma il suo sviluppo in realtà, non ha dato gli effetti sperati.

Evidentemente si è voluto agire per gradi, prima con la sistemazione dei dehors e con una prima fase di studio e dopo con l'apertura della via marina bassa, per il passaggio da sud a nord delle macchine, che ne costituirà l'approdo finale al progetto.

Ma non era forse meglio agire al contrario? Liberando il centro storico dall'incubo del traffico e favorendo la circolazione, con l'utilizzo a doppio senso immediato di marcia lungo una delle arterie principali della città?

La situazione preparatoria ha messo di fatto in crisi i reggini, che dall'oggi al domani si sono ritrovati sotto il naso, una 'bella' transenna.

LUNGOMARE FALCOMATA' A DOPPIO SENSO: ATTIVO GIA' DA QUESTO WEEKEND?

Area Pedonale Reggio Calabria (3)

Intanto in questi giorni gli operai della Castore stanno implementando la segnaletica orizzontale e verticale che servirà alla disciplina complessiva dell'area pedonale nonché del doppio senso di circolazione sul lungomare Falcomatà.

La speranza è che entro questo fine settimana si possa procedere all'apertura della via marina bassa liberando dunque dall'incubo gli automobilisti reggini.

Per poi, ce lo auguriamo, eliminare ogni disagio e tornare al sogno, dell'isola pedonale.