Saccomanno (Lega): "Flat tax indispensabile per far ripartire l’Italia"

"Non bisogna curare i sintomi e affrontare una volta per tutte le cause della recessione e della stagnazione in Italia"

“La flat tax è nel contratto di governo, lo Stato deve far fare un passo avanti alle aspirazioni, ai sogni e alla voglia di lavoro dei cittadini italiani”. Era il lontano 16 luglio 2019 e Armando Siri affermava questo e confermava che gli italiani si aspettano questa misura. Qualcosa è stato fatto, ma tanto ancora deve avvenire. Non bisogna curare i sintomi e affrontare una volta per tutte le cause della recessione e della stagnazione in Italia.

Questa l’affermazione decisa di Siri, che ha sempre sostenuto che la crisi economico-sociale di questi ultimi anni è come una sfida e grande opportunità da cogliere, compiendo una scelta radicale e coraggiosa: realizzare una riforma fiscale seria che consenta ai cittadini ed all’imprese di non essere aggrediti continuamente dal fisco. Con tale strumento viene rispettato il principio della progressività non attraverso scaglioni e aliquote, ma attraverso una funzione che consente di modulare, in maniera progressiva per l’appunto, le detrazioni. A Tropea, quindi, Armando Siri potrà chiarire le ragioni della flat tax e i motivi per i quali con tale strumento finalmente l’Italia potrà ripartire".

Lo afferma in una nota Giacomo Saccomanno, commissario regionale della Lega.