La Reggina e la crisi del gol: in attacco Lafferty, Denis o entrambi?

Contro il Brescia ancora novità nell'undici iniziale in tutti i reparti

La Reggina segna sotto la gestione Luca Gallo come suo momento più difficile quello attuale. Dal punto di vista organizzativo la società in questi giorni ha irrobustito l'assetto dirigenziale con il nuovo incarico affidato ad Antonino Tempestilli, su quello strettamente legato ai risultati, sarà il campo come sempre, a dare le dovute risposte.

Reggina alle prese con le tante assenze

E qui la palla passa a mister Toscano ed ai suoi giocatori, seppur il tecnico neanche questa volta potrà giocarsela con la piena disponibilità del proprio organico. Le assenze sono tante, quelle più significative vedono fuori ancora Menez e Rolando, mentre per Charpentier forse è arrivato il momento di non parlarne più ed attendere solo che arrivino, speriamo, le buone notizie dalla società.

In attacco non segna nessuno

C'è crisi di risultati ed anche di gol. Solamente otto nelle nove partite giocate con il capocannoniere Liotti grazie ai suoi tre gol, tra l'altro da due partite relegato in panchina. In attacco è stato il solo Menez nelle prime due giornate a fare centro, poi il nulla. In mezzo i rigori falliti da Denis contro Cosenza e Spal.

La Reggina conferma il nuovo modulo?

La Reggina contro il Brescia potrebbe riproporre la disposizione tattica già vista a Monza, quindi con un uomo in più a centrocampo e senza il trequartista. Possibile, ma con quali calciatori? Il duo offensivo potrebbe essere formato da Lafferty e Denis, ma sarebbe davvero un peccato lasciare fuori un giocatore come Bellomo, certamente tra i migliori di questa prima parte di stagione. Ed allora si può ipotizzare che il barese si affianchi questa volta a Denis, con Lafferty pronto a subentrare. Diverse le ipotesi, pochi gli uomini a disposizione. Di sicuro tra nuovi infortuni e la squalifica di Folorunsho, in ogni reparto ci saranno delle novità rispetto a Monza.