Reggina, Foti: 'Un grazie ai tifosi. Taibi e Conti grandi professionisti'

L'ex presidente racconta un aneddoto su Tullberg e dice la sua sulla campagna abbonamenti non aperta

L'ex presidente della Reggina Lillo Foti è intervenuto su Reggina TV, parlando del mondo amaranto: "E' tornato l'entusiasmo e non solo a Reggio. Ci sono i tifosi della Reggina sparsi nel resto d'Italia che vogliono far sentire il loro amore ed il loro affetto verso la squadra, per tale motivo nel momento in cui si apre la prevendita, il settore ospiti dello stadio di Pisa viene invaso di colori amaranto. A questi va detto sempre grazie".

I ruoli di Taibi e Conti

"Taibi e Conti sono due professionisti, con grande esperienza e cultura del lavoro. Sono contento che stiano facendo bene ed il presidente Gallo ha giustamente individuato in loro gli uomini giusti per affidare nuovi ruoli all'interno della società".

Il calcio è cambiato

"Il calcio rispetto ai miei tempi oggi è cambiato molto. C'era più passione, si scendeva in campo la domenica e per tutta la settimana successiva non si parlava di altro, adesso non è più così e per fortuna in quel periodo io sono stato il presidente di una società con tifosi passionali. La campagna abbonamenti in questo momento? Sono scelte societarie, dall'esterno è difficile poter aggiungere altro. Grazie ai vaccini stiamo venendo fuori da una situazione complicatissima, intanto è già importante essere tornati allo stadio".

L'acquisto di Tullberg

"Nel corso della mia presidenza ho ricevuto certamente anche delle critiche. Quelle che ritenevo costruttive le prendere in considerazione e facevo anche delle riflessioni, poi c'erano anche quelle premeditate che ti facevi scivolare addosso. L'acquisto di Tullberg? Vi racconto un aneddoto. Quindici giorni fa ricevo la telefonata di Armando Calveri DG della Lazio. Mi mette in video la figura di un ragazzone biondo, alto che a primo impatto non riconosco. Non lo riconosce, mi dice? E' un giocatore che le ha creato un sacco di disastri. Dopo un attimo di esitazione dico: Tullberg, ci siamo fatti una lunga risata. Adesso è allenatore dell'Under 23 del Borussia D ed anche con buoni risultati".