Reggina, Guerra: 'Reggio unica, ero in curva a Teramo con i tifosi amaranto'

Il centrocampista fa gli scongiuri ed una promessa in caso di promozione...

Ex giocatore amaranto, mai dimenticato, Ivano Guerra, 83 presenze, quattro gol ed una storica promozione in serie B, era presente al Bonolis per assistere al match tra il Teramo e la Reggina. Ospite di "Buongiorno Reggina", parla della squadra amaranto:

"Ho visto una grande squadra. Forte fisicamente, compatta con grandi individualità ed una panchina con giocatori che giocherebbero titolari in qualsiasi altro posto. Una vera identità, padroni del gioco, veramente una grande squadra, sono fiducioso ma faccio gli scongiuri di rito. Non me l'aspettavo così forte, vi dico la verità, sono rimasto impressionato, non rischiano nulla con quei tre dietro strepitosi, De Rose davanti alla difesa, impressionanti.

In queste categorie non si vedono compagini così, spesso c'è più agonismo, lotta, la Reggina gioca al calcio, imposta da dietro, grandissima personalità, devastante.

Ero in Curva nel settore ospiti ed addosso avevo la maglia della Reggina numero otto, mi hanno riconosciuto gli ultras, è stato bellissimo ed emozionante, anche i miei familiari sono rimasti straniti. Ho giocato in altri posti, ma Reggio Calabria è unica. Ricordo la partita di Teramo di trent'anni fa, anche in quella occasione c'era un grande pubblico a tifare per noi, momenti indimenticabili.

Conosco Mimmo Toscano, era venuto in ritiro con la Banda Scala, se lo merita, ha la Reggina nel sangue, voglio venire alla festa promozione, faccio tutti gli scongiuri. Quando ci sarà la partita decisiva scenderò al Granillo e andrò in Curva Sud".

Seguici su telegramSeguici su telegram