Reggina, parla il legale di Gallo: 'Fossi un tifoso amaranto non mi preoccuperei'

"L'iscrizione della squadra non dovrebbe essere a rischio, ma è una mia valutazione"

L’avvocato Giosuè Bruno Naso, legale di fiducia del presidente della Reggina Luca Gallo, chiarisce alcuni aspetti relativi al club amaranto e a quanto accaduto di recente al massimo dirigente.

Il reato di autoricicliaggio

"Il reato di autoriciclaggio ha particolari caratteristiche, è indispensabile nella condotta di chi si macchia di questo reato una finalità manipolatoria. Nel caso del presidente Gallo, l'acquisizione della Reggina è avvenuta nella forma più chiara e lampante possibile, con assegni circolari, bonifici etc, tutto ha fatto tranne nascondere i trasferimenti di denaro. Dire che quel denaro arriva da evasione fiscale, seppur forse in parte è cosi, non esaudisce tutta la vicenda", le parole del legale ai microfoni di Approdo Calabria".

Scadenze imminenti, quali i rischi?

"Stiamo aspettando nel giro di un paio di giorni l'esito del Tribunale del Riesame, abbiamo chiesto dissequestro. Fossi un tifoso della Reggina non mi preoccuperei, Gallo ha gettato le basi per un passaggio di proprietà. Se va bene al Tribunale del Riesame, Gallo torna in pieno possesso così come fino a qualche settimana fa e ha intenzione di continuare ad occuparsi della Reggina.

Se non dovesse andare bene, si continuerà a puntare sull'amministratore giudiziario. L'iscrizione della squadra non dovrebbe essere a rischio, ma è una mia valutazione. Poi non so se qualcuno vorrà mettere i bastoni tra le ruote o l'amministratore farà altre valutazioni, ma non credo", le parole dell'avv. Giosuè Bruno Naso".