La Reggina e Jeremy Menez: un copione già visto. Stagione in fotocopia

Inutile insistere ancora, valutazioni sulla possibilità di cederlo a gennaio, ma non sarà semplice

Illusi anche quest'anno. La storia di Menez con la maglia della Reggina è un copione che dalle nostre parti abbiamo già visto, con un percorso, quello attuale, che sembra ricalcare alla perfezione quello della passata stagione. La società la scorsa estate aveva anche pensato di metterlo sul mercato con qualche possibilità di cederlo, ma il tecnico Aglietti ci ha voluto riprovare, contanto sulla voglia di rivalsa del calciatore e la sua esperienza personale.

Numeri ed atteggiamenti inchiodano Menez

Al momento numeri e dati dicono che nulla è cambiato rispetto a quanto il francese in fatto di comportamenti e rendimento ha messo in evidenza nella sua avventura in amaranto. I soliti buoni propositi di inizio stagione, qualche buona prestazione, le due marcature (incredibile anche lo scorso campionato lo stesso numero nella parte iniziale), una espulsione, l'insofferenza dichiarata dal tecnico per il suo atteggiamento in campo, l'infortunio e le successive non convocazioni.

In attesa e nella speranza che la Reggina riesca a riprendere il discorso con la vittoria, assolutamente necessario per non rischiare di precipitare, la società è giusto che faccia profonde valutazioni riguardo la posizione di Menez. Inutile provarci ancora, inutile insistere rispetto a riscontri che più volte si sono avuti all'interno del rettangolo di gioco. Manca poco alla riapertura del calciomercato e seppur consapevoli delle difficoltà che ci potrebbero essere, il ds Taibi dovrà comunque provare a piazzare il calciatore che, ricordiamo, è in scadenza contrattuale addirittura nel giugno del 2023.