Reggina, settore giovanile: Tempestilli si affida all'usato sicuro

Tanti ritorni... per un ritorno al passato

Un altro tentativo di ricostruzione, un pò quello che succede ormai da diversi anni. Con la promozione della Reggina in serie B il presidente Luca Gallo ha deciso di puntare in maniera forte sul settore giovanile ed anche i numerosi interventi all'interno del S. Agata ne sono in qualche modo la dimostrazione

E' partito da Tonino Tempestilli come figura responsabile ed esperta, poi a cascata la scelta su tutti quei profili che in qualche modo hanno già avuto esperienze precedenti in questo delicato settore, proprio all'interno del centro sportivo.

Quindi una serie di ritorni a partire da quello di Salvatore Laiacona, per una vita nel settore giovanile della Reggina nell'era Foti. Le varie consultazioni tra quest'ultimo e l'ex team manager della Roma, hanno portato a delle scelte di sicuro affidamento, oltre che già conosciute. Gli ex partono dal tecnico al quale è stata affidata la Primavera, anche se in questo caso Gianluca Falsini lo è stato da calciatore. Ma comunque conoscitore dell'ambiente, del senso di appartenenza, dell'importanza della maglia. Al suo fianco Andrea Ferri.

Tra i ritorni si segnala quello di Francesco Ferraro Under 17, Peppe Carella Under 15, Ninni Riso Under 13, nel suo staff Pasquale Ocello. E pur lavorando sempre per la Reggina in questi anni, può ritenersi il suo un ritorno, ma al passato. Parliamo di Stefano Pergolizzi che dalla prima squadra adesso si occuperà di preparazione dei portieri per il settore giovanile.