Reggina, Taibi: 'Con Marino rescissione strategica, poi Zibert e Strambelli. Su Bellomo...'

Le parole del DS a City Now su tutte le ultime operazioni di mercato

Il direttore sportivo, conclusa quella che dovrebbe essere l’ultima operazione in entrata, German Denis, si concentra adesso sul mercato in uscita con due giocatori ancora in attesa di sistemazione. Ne ha parlato ai microfoni di City Now:

Marino è un giocatore che ho ereditato dal punto di vista contrattuale. Era in scadenza il prossimo 30 giugno, rinnovare e darlo in prestito al Fano era operazione più complicata rispetto a quella appena fatta che invece ha reso tutti contenti. La Reggina si è tenuta una buonissima percentuale in caso di vendita del calciatore e questo ce lo auguriamo soprattutto per la sua carriera.

Zibert ha rinnovato a gennaio, lo ritengo un calciatore importante e per questo la società gli aveva dato ulteriore fiducia, poi sapete che sono stati fatti altri ragionamenti, con nuovi ingressi in mezzo al campo e la sua situazione è cambiata. Ha mercato, è richiesto e soprattutto voglia di giocare e dalle nostre parti farebbe fatica.

Su Strambelli, nonostante se ne stia parlando poco, ci stiamo lavorando. E’ un professionista serio e noi con altrettanta serietà gli abbiamo comunicato che viste le nuove scelte tattiche non rientrava più nei nostri programmi. Tutti aspettiamo l’occasione migliore per lui, se non si dovesse trovare una soluzione vedremo, ma dubito che questo accada viste le tante richieste che ha il calciatore.

Bellomo, lo ripeto per l’ennesima, non vogliamo darlo via. Per la Reggina il calciatore è incedibile, il ragazzo non ci ha mai detto di voler cambiare aria, quindi non capisco perchè si stia continuando a parlare di questo. Non prenderemo altri attaccanti, ritenendo che cinque di livello ci sono e sono più che sufficienti.

Seguici su telegramSeguici su telegram