Reggina, vertice rinviato: divergenze tecniche, risolverle è una priorità

Intanto da oggi il S. Agata è un pò più vuoto...

Siamo arrivati al primo luglio e se è vero che la nuova proprietà va ringraziata ed anche ripetutamente per aver salvato la Reggina dal sicuro fallimento, superata quella fase critica, adesso i tifosi sono in attesa, curiosi ed impazienti, di capire dopo la presentazione del presidente Marcello Cardona e del nuovo CdA, quali saranno nell'ordine tecnico e giocatori che affronteranno la prossima stagione. Perchè dopo la tempesta per fortuna superata, c'è voglia di tornare a parlare di calcio giocato.

Le divergenze vanno risolte in fretta

Ma prima di tuffarsi sul calciomercato, continua a tenere banco una questione non risolta, quelle frizioni o divergenze nel comparto tecnico che al momento bloccano qualsiasi tipo di iniziativa. A partire dalla scelta dell'allenatore dove le vedute sembrano differenti e due nomi sono in cima alla lista: Aglietti, già scelto da Taibi la scorsa stagione, ancora sotto contratto ed ora indicato da Gabriele Martino e Stellone, il quale sembra abbia già un accordo definito con il Ds amaranto. Discussioni che si sarebbero dovute risolvere, almeno questa era la speranza di tutti, nella serata di ieri e che invece sono state posticipate alla fine di questa settimana. Nessuna notizia ufficiale in merito, come indiscrezione è pure una nuova conferenza stampa fissata per sabato ma, ripetiamo, sono solo voci che circolano. Intanto da oggi il S. Agata è un pò più vuoto. Contratti scaduti al 30 di giugno per molti, tra qualche giorno si saprà chi rientra.