Reggio contro la violenza sulle donne, la Giunta: 'Occasione per sensibilizzare la città'

Presentazione delle iniziative per la ricorrenza del 25 novembre nella sede Atam. Gli interventi degli assessori comunale e del vicesindaco Versace

Si è svolta questa mattina nella sede di Atam, la presentazione delle iniziative organizzate per la ricorrenza del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Hanno preso parte all'evento i vicesindaci Carmelo Versace e Paolo Brunetti, insieme alle assessore di Palazzo San Giorgio, Giuggi Palmenta e Rosanna Scopelliti.

L'amministrazione contro la violenza sulle donne

La conferenza stampa, moderata dalla responsabile delle comunicazioni di Atam, Simona Argento, ha raccolto l'impegno e la testimonianza della Consigliera di Parità, Paola Carbone, della rappresentante del Cda dell'azienda dei trasporti, Melina Sangiovanni, e di alcune rappresentanti delle associazioni che compongono la "Rete 25 novembre...e oltre".

Brunetti: " Occasione per sensibilizzare la cittadinanza"

Il vicesindaco Brunetti ha parlato di occasione fondamentale per sensibilizzare la cittadinanza sulla tematica della violenza di genere”.

"Le donne - ha aggiunto -  hanno una marcia in più così come testimonia anche l'esperienza avuta con colleghe in giunta che, costantemente, ci stimolano a fare sempre meglio".

Versace: " Violenza sulla donna: problema culturale"

Il vicesindaco metropolitano Versace, ha ricordato come, molte volte, "la violenza non sia soltanto fisica".

"Spesso - ha detto - è un problema culturale che si può superare, così come hanno fatto in Spagna, iniziando a sederci alla pari nei tavoli che contano. Dunque, dovremmo imparare a ragionare in un modo che, in alcuni contesti, purtroppo sfugge".

Palmenta: "Tante iniziative in città"

L'occasione è stata utile anche all'assessora Giuggi Palmenta per fare il punto sulle fasi di progettazione della Casa delle donne:

"Insieme al responsabile unico del progetto, abbiamo incontrato le associazioni per recepire indicazioni utili alla realizzazione di un'opera fondamentale e che fungerà da autentico punto di riferimento per l'intero territorio".

"In stretta collaborazione con l'assessora Scopelliti - ha continuato Palmenta - per il  25 novembre metteremo in campo una serie di iniziative che vogliono lanciare un segnale importantissimo. Da Palazzo San Giorgio a Palazzo Alvaro fino al Castello Aragonese che saranno illuminati di rosso, fino a delle vere e proprie istallazioni su Piazza Italia che permetteranno, a chiunque si troverà a passare, di fermarsi a riflettere su un tema cruciale dei nostri tempi".

L'assessora Palmenta ha parlato di un "maschilismo che non può più essere presente, al di là di ogni cultura".

"Tutto ciò che facciamo - ha ribadito - è per favorire l'emancipazione delle donne", prendendo spunto dall'ultima misura denominata "Reddito di libertà" che "può essere soltanto un inizio e non certo un punto d'arrivo".

Scopelliti: "Un pensiero ai figli delle vittime"

L'assessora Rosanna Scopelliti ha rivolto un pensiero, oltre che alle vittime di femminicidio, anche a chi resta dopo delitti tanto efferati.

"Sono figli che si trovano a dover vivere il dramma del rimanere orfani per mano dei propri padri. È un percorso importante da affrontare. In questa occasione - ha continuato - era fondamentale dare un segnale visivo e vivibile e, per questo motivo, abbiamo chiesto ad Elmar, la cui associazione gestisce l’Ipogeo di Piazza Italia, di offrire un contributo inserendo delle figure, all'interno degli scavi, che potessero raccontare l'evoluzione della donna da vittima a persona che ha il coraggio di reagire e riprendersi la propria vita in mano. Si tratta di un progetto artistico molto bello per rendere partecipe anche un luogo simbolo della nostra città".