Locali abusivi in luoghi movida nel reggino, tre chiusure

Diverse le violazioni riscontrate e le sanzioni dirette ai gestori delle attività

Tre attività commerciali abusive sono state chiuse con effetto immediato e a seguito di apposite ordinanze comunali in tre comuni della provincia di Reggio Calabria.

I provvedimenti sono stati adottati a seguito di controlli svolti nell'ambito di attività straordinarie nei luoghi della "movida" condotte dai carabinieri del Comando provinciale in coordinamento con i Carabinieri Forestali.

Gli accertamenti svolti dai militari hanno riguardato la verifica circa la regolare somministrazione di alimenti e bevande oltre che il possesso del green pass sul luogo di lavoro o da parte dei frequentatori dei locali. Diverse le violazioni riscontrate e le sanzioni dirette ai gestori delle attività impegnati in attività di ristorazione senza le previste autorizzazioni.

A Seminara irregolarità sono state riscontrate in un esercizio di vendita, il cui titolare è risultato non in possesso della documentazione attestante l'attività commerciale priva di Scia, anche sanitaria. Analoghe situazioni sono emerse anche a Bovalino, dove è stata individuata un'attività di bar in assenza della comunicazione di Scia, e a Taurianova dove è stata disposta la cessazione immediata di un esercizio commerciale aperto abusivamente.

(ANSA).