A Reggio la Notte Nazionale del Liceo Classico 2020

Ospite d'eccezione, Gennaro Calabrese

Venerdì 17 gennaio, a partire dalle 17:30, il Liceo Classico “Tommaso Campanella” torna ad aprire le porte per la VI edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. Dopo il successo registrato nelle edizioni  precedentiil Campanella si prepara a vivere, in contemporanea con i licei classici d’Italia, l’ormai tradizionale appuntamento del mese di Gennaio.

L’evento coinvolge oltre 400 istituti in tutta Italia, che apriranno le porte alla cittadinanza per quella che ormai è diventata una grande festa della cultura classica. Il Liceo Campanella aderisce da sei anni  alla manifestazione con grande entusiasmo, mettendo in campo tutte le energie necessarie alla sua riuscita. Tutti i componenti della comunità scolastica si impegnano ad organizzare l’evento al meglio ma i protagonisti della serata sono gli alunni: pronti a mettersi in gioco, mostrando talenti nascosti e, a volte, insospettabili, si rivelano in questa occasione ragazzi maturi, responsabili e propositivi.

L’idea di scuola come luogo che accoglie, accompagna nella crescita e sviluppa competenze trasversali, è la mission del Liceo Campanella e questo evento si rivela prezioso perché fornisce un’immagine nuova di scuola, vista non soltanto come dispensatrice di cultura, ma anche come spazio che esalta l'individuo, la sua creatività, il suo piacere di attivare scambi e incroci di sapere.

Particolarmente ricco il programma di quest’anno, che include performances teatrali e musicali legate alla cultura classica, esibizioni di danza ed ospiti di prestigio. La serata sarà aperta all’Arena dello Stretto  dalla cerimonia di accensione della fiaccola e dal  corteo con tedoforo che giungerà fino al Liceo.

Molti gli spazi aperti: nell’atrio ci saranno l’esibizione di danza della Groove Dance Studio e il Defilè “Musa per una notte”; in Aula Magna ci saranno le esibizioni concertistiche degli alunni delle scuola secondaria di I grado “Spanò Bolani” e la premiazione del Concorso Mythos, a cui seguirà la presentazione del romanzo “Hans Mayer e la bambina ebrea” scritto dall’alunna del liceo Eleonora Spezzano. Diverse saranno le performances teatrali legate alla letteratura italiana e greco-latina, intervallate da una simpatica parodia dell’Odissea e dai momenti musicali affidati al soprano Katia Fassari, accompagnata dal maestro Calabrese, e alla band musicale del Liceo.

Le aule saranno allestite per le diverse attività coordinate e curate dagli alunni:  dalla Cena Trimalchionis, al laboratorio Rhegion (storia di Reggio dal mito all’età moderna), ai diversi laboratori di diritto, fisica, chimica, informatica, astronomia.

 Ospiti graditi per tutta la serata saranno l’Ordine degli Avvocati, lo scrittore Gerardo Pontecorvo (Circolo Culturale “Rhegium Julii”), la Marino Editore e l’Associazione Jalò tu Vua.

Ma l’ospite più atteso e padrino d’eccezione della serata sarà l’artista reggino di fama nazionale Gennaro Calabrese, che torna nel Liceo da lui frequentato per testimoniare il suo successo professionale ed il profondo legame con la sua scuola. L’incontro con il celebre artista rappresenterà il momento clou della serata e sarà l’occasione per ascoltare, oltre che le sue esilaranti battute, anche la sua storia fatta di successi, che lo hanno portato ad esibirsi nei teatri di tutta Italia, senza mai dimenticare, però, le origini reggine, come testimoniato dalla grande disponibilità dimostrata nell’accogliere l’invito che la Dirigente Scolastica del Liceo reggino, Maria Rosaria Rao, ha a lui rivolto.

La Notte Nazionale è anche occasione per presentare alla cittadinanza la ricca offerta formativa del Liceo, che ogni anno si rinnova per essere sempre all’altezza dei cambiamenti sociali, delle richieste delle famiglie, senza mai dimenticare o tralasciare la forte valenza dell’indirizzo Classico che sa coniugare in una sintesi armonica gli studi classici e le metodologie innovative, affermando il valore mai tramontato degli studi umanistici.