Regionali, la Lega consacra il duo Occhiuto - Spirlì. Saccomanno: 'Saremo il 1° partito in Calabria'

Secondo Saccomanno con la scelta di Spirlì vicepresidente si è riconosciuto il peso della Lega nella coalizione di centrodestra

Un candidato Governatore di Forza Italia per proseguire quel mandato mai portato a termine da Jole Santelli con alle spalle un secondo di estrazione leghista che, in questi mesi di pandemia, si è occupato della Calabria come facente funzioni. Il partito della Lega sembra accogliere con soddisfazione la scelta dei maggiori esponenti della coalizione di centrodestra di "unire le forze".

La Lega approva il tandem Occhiuto-Spirlì per le Regionali

"La soluzione nazionale con il tandem Occhiuto-Spirlì voluta dal nostro leader Matteo Salvini ha una grande valenza strategica e politica. Vi è stato, infatti, un evidente riconoscimento del peso della Lega nella coalizione di centrodestra e dell’attività finora svolta nella gestione della regione in questo momento di grande difficoltà per il COVID e per una conduzione del tutto ordinaria, che ha impedito qualsiasi progettualità che non avesse valenza di estrema normalità. Quindi, una riduzione pesante delle potenzialità che si sarebbero potute dimostrare nel caso in cui si sarebbero potuti avere, invero, i pieni poteri".

Lo ha scritto in una nota Saccomanno, Commissario Regionale della Lega in Calabria che ha inteso ringraziare il leader del Carroccio ed il presidente facente funzioni:

"L’intero partito, dalla segreteria ai consiglieri regionali, oltre a tutti gli altri organi, aderenti compresi, quindi, ringraziano Matteo Salvini per aver difeso a livello nazionale la Calabria e per aver ottenuto un risultato così importante, Nino Spirlì per essere riuscito, in un frangente tragico per la pandemia e per le evidenti carenze strutturali sanitarie, a mantenere alta l’attività, ottenendo dei risultati impensabili, anche grazie alla fattiva collaborazione dei nostri Consiglieri regionali, e Roberto Occhiuto che ha rinunciato ad una prestigiosa postazione parlamentare per iniziare una difficile battaglia in Calabria, dimostrando grande coraggio ed attaccamento alla sua terra".

Il primo partito della Calabria

Così come Salvini, anche Saccomanno non ha dubbi sul valore, sempre crescente, che il partito della Lega sta acquisendo a livello regionale:

"Si è certi, pertanto, che la Lega sarà il primo partito in Calabria proseguendo in quel percorso di cambiamento reale e concreto che tutti si augurano per liberare la regione dal pesante condizionamento della criminalità organizzata".