Rifiuti, dietrofront di Falcomatà: 'Il servizio non si fermerà. La soluzione? Non posso dire di più'

Dopo aver lanciato l'allarme, oggi il primo cittadino tranquillizza tutti: 'Reggio non rimarrà un giorno senza servizio di raccolta, ma non posso dire di più'

Era un bel pò che non veniva convocata una conferenza stampa a Palazzo San Giorgio.

Questa mattina, all'interno della Sala Lampadari, per l'annunciato incontro con gli organi di stampa sul tema dei rifiuti, c'erano tutti. Oltre alla stampa erano presenti anche i fedelissimi di FalcomatàCalabrò, Merenda, Neri, Cardia, Albanese, Latella, Palmenta, Marra, Versace, oltre all'assessore Brunetti. Tutti lì, ad assistere ed ascoltare, il proprio sindaco affiancato dai dirigenti del settore Ambiente.

La loro presenza 'in massa' testimonia la compattezza e l'unione da parte della maggioranza che si vuole mostrare agli occhi della stampa e della città più che coesa, forse per mettere a tacere qualche voce circolata negli ultimi giorni su possibili frizioni all'interno dello stesso gruppo di governo.

Unico assente degno di nota, il vice sindaco Tonino Perna che proprio nel suo ultimo quaderno settimanale 'Diario non Comune fuori dal Comune' aveva commentato la situazione rifiuti criticando l'operato dei magistrati amministrativi.

"Finalmente si ritorna in una conferenza partecipata tradizionale e in presenza. Un segnale importante che serve ad avere una comunicazione diretta e a guardarsi negli occhi".

E' Falcomatà a prendere la parola, soddisfatto per il ritrovato appuntamento con i giornalisti all'interno del Comune.

Chiarezza e trasparenza, il 'mantra' dell'amministrazione Falcomatà

"Vi abbiamo convocato proprio per fare chiarezza. Per dovere, per bisogno, per un'esigenza e per necessità di trasparenza nei confronti della città". Esordisce così il primo cittadino rivolgendosi alla stampa.

Sin dai primi minuti si intuisce il motivo della conferenza stampa. Falcomatà intende rispondere a quanto detto dai consiglieri di minoranza nella giornata di martedì proprio dalle stesse aule di Palazzo San Giorgio.

"Molte cose che sono state dette nelle ultime ore non corrispondono alla realtà. La prima cosa che vi voglio dire è che l'amministrazione comunale farà in modo che il servizio di raccolta non si fermi neanche un giorno. Tuttavia non posso dire nulla in più perchè ci sono delle attività in corso in via di definizione e non potrò dire molto altro. Faremo in modo che il servizio non si fermi nemmeno un giorno e pretenderemo fino all'aggiudicazione del nuovo bando che il servizio di raccolta sia svolto in modo corretto".

Raccolta dei rifiuti 1.11.2021/15.12.2021? Il Comune ha la soluzione ma non la dice

Come noto, con l'accoglimento del ricorso di 'Ecologia Oggi', il Tar ha rimandato all'udienza del 15 dicembre l'esito del bando rifiuti, aggiudicato alla Teknoservice. Nel frattempo, l'ordinanza di proroga ad Avr, attuale gestore del servizio, scadrà il 31 ottobre. Da qui, la domanda che, 'sorge spontanea': 'Come si affronterà quel periodo? Quale la soluzione? Quale il programma del Comune?'. L'interrogativo lo abbiamo rivolto al sindaco Falcomatà: 'Quali sono le soluzioni per non lasciare Reggio, già invasa da microdiscariche, nel caos?'

"L'obiettivo è quello di non lasciare Reggio senza servizio di raccolta. E' del tutto evidente però che rispetto a venerdì, in questi giorni si è lavorato molto per affrontare entro il 31 ottobre il tutto in maniera più consapevole, chiara e certa ma non posso dire di più. Siamo più consapevoli del percorso da seguire rispetto a venerdì. Quando ci saranno novità in più vi daremo qualche aggiornamento maggiore".

Insomma la soluzione c'è ma la si tiene misteriosamente nascosta.

Per ora, vige il massimo riserbo...