Reggio sommersa dai rifiuti, Brunetti: 'Chiediamo scusa ai cittadini. Al lavoro su Melicuccà'

Sempre peggio la situazione rifiuti a Reggio Calabria. Brunetti chiede scusa ai cittadini. Oggi l'incontro con la Regione Calabria

Reggio Calabria sempre più sommersa dai rifiuti. Difficile anche trovare le parole (ormai le abbiamo utilizzate davvero tutte) per descrivere la situazione drammatica in cui versano le vie cittadine tra quintali di rifiuti ammassati lungo le strade, centinaia di microdiscariche presenti in città e continui roghi ed incendi. Questo è lo scenario abituale che si presenta costantemente davanti agli occhi delle famiglie reggine. A fare il punto sulla questione rifiuti è l'assessore all'ambiente Paolo Brunetti.

CAOS RIFIUTI IN CITTA'. OGGI L'INCONTRO CON LA REGIONE

"In questi giorni continuiamo ad interloquire con la RegioneCalabria sulla questione dei conferimenti in impianto - spiega l'assessore Paolo Brunetti - Lunedì (oggi) incontreremo l'Assessore DeCaprio, con l'obiettivo di individuare insieme, all'insegna di un rapporto di sinergia tra istituzioni, una soluzione per aumentare le quote di conferimento in discarica e liberare la città dagli enormi quantitativi che si trovano attualmente per strada".

IL 'MEA CULPA' DELL'ASSESSORE ALL'AMBIENTE BRUNETTI

"Quella che stiamo vivendo è una fase di profonda difficoltà, per la quale chiediamo scusa ai cittadini, terminali incolpevoli di un sistema che purtroppo, nonostante le diverse iniziative messe in campo nell'ultimo anno, continua ad incepparsi essenzialmente a causa della mancata efficienza degli impianti di conferimento. In particolare nell'ultimo periodo le difficoltà si stanno vivendo sul mancato funzionamento a regime dell'impianto di Sambatello, per l'incendio che ha gravemente danneggiato la discarica di Siderno e per il malfunzionamento del termovalorizzatore di Gioia Tauro. Tre circostanze che, sovrapposte, stanno determinando la situazione di stallo che viviamo ormai da diversi mesi".

EMERGENZA RIFIUTI, BRUNETTI: 'NON MOLLIAMO LA PRESA'

Brunetti continua l'analisi sui rifiuti e spiega i prossimi passaggi e la strategia del Comune per tentare di risolvere l'emergenza.

"Nonostante ciò - aggiunge Brunetti - il Comune di Reggio Calabria e la Città Metropolitana non hanno mai mollato la presa. Continuiamo a lavorare in silenzio, a testa bassa, per conseguire dei risultati che, speriamo, nei prossimi giorni, cominceranno ad essere più evidenti. Da questo punto di vista abbiamo già ottenuto un aumento delle quote di conferimento verso la Puglia. Una soluzione purtroppo non certo agevole, dal punto di vista logistico, ma che ci consentirà di dare respiro al territorio urbano con 50 tonnellate di scarico in più, per un totale quindi di 200 tonnellate giornaliere, per tutto il territorio metropolitano. Lunedì (oggi) incontreremo l'Assessore DeCaprio, con il quale stiamo interloquendo e che si è dichiarato molto disponibile ad individuare ulteriori soluzioni per uscire dall'emergenza, ed a quel punto avremo un quadro complessivo più chiaro delle quote di conferimento, con l'obiettivo di dare un nuovo impulso al piano operativo finalizzato a liberare tutti i quartieri della città dai cumuli di rifiuti".

RIFIUTI A REGGIO, MELICUCCA' LA SOLUZIONE?

"In queste ore stiamo continuando a lavorare senza sosta, per individuare ogni soluzione utile - conclude Brunetti - Mai come in questo caso sarà necessario valorizzare il lavoro di squadra e la sinergia tra gli Enti, per arrivare a soluzioni stabili, che ci consentano di uscire in breve tempo da questa situazione di difficoltà in attesa dell'apertura dell'impianto di Melicuccà che di fatto, insieme ad una rimodulazione organizzativa del sistema della raccolta differenziata, costituisce una soluzione definitiva al problema dei rifiuti sul territorio cittadino e metropolitano".