Roberto Baronio: 'Alla Reggina la mia migliore stagione. Indimenticabile'

"Un plauso al presidente Gallo. Quella curva è tornata ad essere spettacolare"

Un anno indimenticabile per lui e per la Reggina in occasione della prima storica promozione in serie A. RobertoBaronio è stato ospite di "Buongiorno Reggina" e tra le tante cose ha parlato ovviamente anche di quella esperienza: "Quella stagione è stata indimenticabile. La prima a Torino contro la Juventus eravamo un pò spaesati, forse impauriti, ma conquistammo un pareggio che ci diede molta fiducia e morale.

Contro le grandi squadre con un certo tipo di atteggiamento sapevamo che si poteva ottenere qualcosa. Quando ho accettato di venire alla Reggina, ho sempre pensato che fosse a nostro favore era lo stadio. Ci avevano detto del pieno di abbonamenti, quella tribuna in fase di completamento ed i primi spogliatoi erano dei box lato Curva Nord. Poi il completamento del Granilloe tutta quella gente, uno spettacolo.

Ma c'erano grandi prospettive e tanta positività, insieme alle difficoltà che può avere una matricola con tanti calciatori alla prima esperienza. Sapete tutti che annata è stata, a tratti anche spettacolare con risultati prestigiosi. Sono felice ed orgoglioso di aver fatto parte della Reggina alla sua prima esperienza in assoluto in serie A.

Quella squadra ha pareggiato a Torino contro la Juventus, a San Siro contro Inter e Milan e vinto all'Olimpico contro la Roma. Il problema era con le grandi squadre in casa perchè avevamo un atteggiamento comunque propositivo, l'incitamento del pubblico che ci portava ad esporci e prevaleva spesso il tasso tecnico delle squadre più forti. Ma mister Colomba in quella stagione tante volte ha fatto veri e propri capolavori tattici.

Ricordo la voce di una ragazza come speaker che riascoltandola ancora mi fa venire i brividi, più di una volta l'ho fatta ascoltare a mio figlio. Quella formazione che affrontò il Milan, il boato del pubblico a dimostrazione di un entusiasmo incredibile che c'era attorno a quella squadra. Ancora oggi quando scendo a Reggio, essendo sposato con una reggina vengo giù in vacanza spesso in estate, avverto sempre moltissimo affetto attorno a me.

Come avverto l'entusiasmo riportato dal presidente Luca Gallo. Ho visto Reggina-Ternana e francamente è uno spettacolo quella curva nuovamente piena. Reggio se lo merita, ci sono tanti giocatori di categoria superiore, peccato che si sia fermato il campionato proprio sul più bello. Il Granilloquando è pieno fa la differenza, un plauso al presidente Luca Gallo. Poi Mimmo Toscano sa come si vince un campionato di Lega Pro, speriamo si possa raggiungere quell'obiettivo".