Sanità nella Piana, incontro coi vertici dell'Asp di Reggio Calabria

Una delegazione dei Sindaci della Piana di Gioia Tauro ha incontrato oggi i Commissari dell’Asp di Reggio Calabria

Una delegazione dei Sindaci della Piana di Gioia Tauro, rappresentati da Giuseppe Ranuccio, Michele Tripodi e Giuseppe Idà, ha incontrato oggi i Commissari dell’Asp di Reggio Calabria, in un colloquio cordiale e proficuo nel corso del quale sono stati affrontati nel dettaglio alcuni tra i problemi più urgenti della sanità nel comprensorio e le possibili soluzioni da adottare.

La riunione ha avuto luogo a seguito della convocazione ricevuta dai tre primi cittadini, oltre che da quello di Melito di Porto Salvo Giuseppe Meduri, anche in ragione delle numerose richieste di incontro, delle segnalazioni e delle necessità più volte esposte ai vertici commissariali dell’azienda.

I presenti hanno discusso delle difficoltà del sistema, con particolare riferimento all’Ospedale di Polistena e agli altri presidi esistenti sul territorio. In un clima di reciproca collaborazione, al tavolo si è ragionato sulle possibilità di risoluzione, sia a breve che a lungo termine, delle tante criticità emerse, in primo luogo la mancanza di personale e la vetustà delle strutture e delle apparecchiature esistenti.

A margine dell’incontro i sindaci hanno reso noto che per ciò che concerne l’impellente necessità di personale sono già in corso le precedure di reclutamento di personale a tempo determinato, mentre in seguito si procederà con una soluzione duratura mediante l’indizione dei concorsi per le assunzioni, che Idà, Ranuccio e Tripodi auspicano possano essere sbloccati nel più breve tempo possibile. L’appuntamento odierno rappresenta il primo approccio di quello che i tre rappresentanti si augurano essere un dialogo serrato e produttivo, che coinvolga l’intera rappresentanza istituzionale del territorio al fine di superare una volta per tutte la fase emergenziale in cui ogni giorno si è costretti ad operare.

«L’auspicio è quello di riaggiornare presto il tavolo con i vertici dell’Asp – hanno dichiarato congiuntamente i tre primi cittadini –  al fine di monitorare con costanza la situazione e le attività pianificate e messe in campo. La domanda di salute è la priorità assoluta per la nostra terra, e al primo posto tra gli impegni che ogni giorno portiamo avanti nell’interesse esclusivo dei cittadini».

 

Seguici su telegramSeguici su telegram