Scandalo Brogli elettorali a Reggio, Klaus Davi ospite di Live Break

Tanti i dettagli emersi dal racconto degli inquirenti. Molti i 'non ricordo', intanto il procuratore: 'L'indagine non finisce qui'

E' stato il massmediologo Klaus Davi a denunciare, per primo, i brogli elettorali a Reggio Calabria, a poche ore dal voto, il 20 e il 21 settembre 2020. Nelle ultime ore, come noto ormai, si è allargata l'inchiesta sui brogli con il secondo atto delle indagini coordinate dalla Procura di Reggio Calabria.

CityNow aveva già approfondito l'argomento con una prima diretta attraverso il nuovo format 'Live Break' dedicando uno speciale alla questione Brogli elettorali. Di ieri, la comunicazione da parte degli inquirenti del secondo step sullo scandalo dei brogli che ha portato alle misure cautelari degli arresti domiciliari nei confronti di cinque soggetti e di una misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio nei confronti di un sesto.

Prosegue dunque l'indagine che fa arrossire Palazzo San Giorgio in cui risulta indagato adesso anche l'assessore Demetrio Delfino.

Torniamo a parlarne oggi alle ore 14:00 a Live Break, durante la striscia di informazione e di approfondimento in 15 minuti di CityNow. Ospite della sesta puntata, condotta dal direttore Vincenzo Comi, il giornalista Klaus Davi