Sfilata di solidarietà al Miramare. Falcomatà: "I reggini portano alto il nome della città"

"Reggio Calabria deve recuperare la giusta reputazione: l’estro artistico di Gianni Sapone ha fatto entrare la nostra città nel mondo dell’alta moda”. Le parole di Falcomatà

Il Grande Albergo Miramare di Reggio Calabria ha ospitato una partecipata sfilata di beneficenza dal titolo “Once upon a time la favola di Gianni Sapone tra moda e solidarietà”. In passerella hanno sfilato le collezioni di alta moda dello stilista reggino che con brio, estro e fantasia ha lasciato letteralmente incantati i numerosi presenti. L’iniziativa è stata promossa dal club di Reggio Calabria dell’International Inner Wheel Distretto 211 – Italia, è a favore della sezione reggina dell’Associazione italiana persone down (Aipd).

“Abbiamo vissuto una serata letteralmente magica, ammaliati dal talento e dall’estro creativo di Gianni Sapone – ha dichiarato il sindaco Falcomatà, presente all’evento. Il richiamo alla nostra terra vissuto attraverso le musiche e gli abiti della sfilata è evidente e non può far altro che diventare un simbolo identitario e meraviglioso che gira il mondo con la giusta positività portando alto il nome della nostra Città”.

Falcomatà sottolinea:

“Dice bene Sapone quando afferma che i reggini hanno un elemento in più per essere vincenti, il cuore. Il segreto della sua scalata è dovuto alla tenacia, all’estro, alla fantasia ma proprio senza il cuore accanto all’intelligenza, elementi indispensabili nelle persone che partono dalla nostra terra per diventare “grandi” nel mondo, probabilmente non si sarebbe concretizzata una favola così bella.

Ringrazio la Presidente, Lilly Pellerone Muritano e l’Inner Wheel Distretto 211 – Italia, club service sempre presente ed attivo per la città. Ricordo che, sul nostro territorio le associazioni ed i club services riescono a svolgere un lavoro straordinario sopperendo, talvolta, con meritevoli iniziative come questa, ai bisogni dei cittadini”.

Il primo cittadino ha sottolineato ancora:

“Once upon a time” come dal titolo di questa pregevole iniziativa non posso non ricordare che “C’era una volta” l’Emeroteca di Via Palmi, un bellissimo presidio di socialità e cultura negli anni novanta divenuto luogo di spaccio, abbandono, un vero e proprio “non luogo” finito addirittura in fiamme.

E’ straordinario rilevare che, oggi, i fondi derivanti dalla splendida serata siano destinati all’Aipd, andranno ad implementare con nuove strutture informatiche un bene prezioso per la città, un centro fondamentale per le attività sociali nel nostro territorio e per il quartiere di Sbarre. Desidero evidenziare il talento della famiglia Sapone e non posso non ricordare la creatività ed il talento del grande Ninì, padre di Gianni. Sono sempre stato affascinato dalla sua precisione e dalla bellezza delle sue opere. Reggio Calabria deve recuperare la giusta reputazione: l’estro artistico, la professionalità e lo stile che Gianni Sapone ha saputo imprimere alle sue creazioni hanno fatto entrare di diritto la nostra città nel mondo dell’alta moda”.

Seguici su telegramSeguici su telegram